Europa League, Mosca sconvolta dal covid: il Napoli studia un piano

Il tasso di mortalità più alto d'Europa e un virus che circola veloce, il club partenopeo ha ottenuto qualche deroga per la trasferta in Russia...
22.11.2021 10:15 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
Europa League, Mosca sconvolta dal covid: il Napoli studia un piano

Il covid sta sconvolgendo la Russia. C'è il tasso di mortalità più alto di tutta Europa ma Mosca non chiude. Il calcio, di conseguenza, non si ferma, Il Napoli ha chiesto lo spostamento della gara, ma la Uefa ha detto no ma è venuta incontro alla società partenopea. Come sottolinea l'edizione odierna de Il Mattino,  l'Uefa prende atto della grande paura del club azzurro per la situazione sanitaria in Russia e dice di sì al piano straordinario che il Napoli ha proposto proprio per timore della pandemia. Un piano che neppure con l'Europa in lockdown era mai stato attuato: ovvero, la conferenza pre-partita di Spalletti e del calciatore si terrà a Castel Volturno e non nella Otkrytie Arena, la casa dello Spartak. Dove non si terrà neanche la sgambatura del giorno prima. Il Napoli arriverà a Mosca martedì sera e resterà blindato e in bolla nell'hotel che ha un campo di calcio praticamente adiacente dove verrà svolta la rifinitura pre-partita. Allo stadio la squadra andrà solo per giocare. E, subito dopo le conferenze di rito che la Uefa vuole in presenza, il rientro in charter. Il patron dei campani ha chiamato anche Giorgio Marchetti, vice segretario generale dell'Uefa,  per convincerlo a trovare un campo neutro. Anche lo Spartak Mosca si è opposto, assicurando che le condizioni in Russia non sono così drammatiche: i negozi hanno riaperto dopo sette giorni di lockdown. Particolare attenzione quindi anche perché giovedì toccherà alla Lazio giocare a Mosca per affrontare la Lokomotiv in un match decisivo per il cammino europeo. Una partita da affrontare con la massima attenzione, sul campo e fuori.