Bonolis: "Lazio - Inter? Non me ne perdo una. Ecco le variabili Scudetto..."

15.02.2020 08:15 di Andrea Marchettini   Vedi letture
Fonte: Andrea Marchettini - Lalaziosiamonoi.it
Bonolis: "Lazio - Inter? Non me ne perdo una. Ecco le variabili Scudetto..."

Showman, intrattenitore e conduttore di successo. Tutto questo è Paolo Bonolis, noto personaggio televisivo ma anche super tifoso interista. Come lui stesso ammette ai microfoni de Lalaziosiamonoi.it, le partite all'Olimpico tra Lazio e Inter non se ne perde neanche una. E domenica questo match metterà in palio punti pesantissimi per una classifica sempre più intrigante: "Una sfida che racchiude un'importanza vitale per la classifica attuale. Non la ritengo determinante perché ne mancano ancora molte di partite alla fine. Finalmente però c'è un bel duello a tre per lo Scudetto, come mancava da tempo. Lazio - Inter sarà una sfida emozionante, torneranno anche tutti i titolari tranne Lulic e Handanovic. Sono due squadre che possono sopraffarsi vicendevolmente. La Lazio ha un gioco bellissimo, l'Inter può dire la sua. Sicuramente la partita ha tutti i sapori per essere appassionante".

INTER ATTENDISTA IN COPPA ITALIA: "Se l'Inter si volesse preservare per la Lazio non lo so. Sicuramente era un po' stanca dopo il derby di due giorni prima: sono pochi due giorni per riprendersi da una sbornia euforica come quella. Sicuramente il Napoli ha fatto una partita intelligente: si è chiusa e ha cercato di addormentare la partita. Il Napoli ha puntato sulle ripartenze. Non credo che l'Inter si sia risparmiata in Coppa Italia, quanto più che fosse ancora 'ubriaca' dal derby".

LAZIO - INTER, RIVINCITA DEL 20/05/18: "Me la ricordo molto bene quella partita (ride ndr). Se stavo allo stadio? Certo, le partite tra Lazio e Inter le vado a vedere tutte".

IL SOGNO LAZIO: "È difficile dare un commento che non sia solo che positivo. Una rosa non grandissima ma amalgamata alla perfezione, con alcuni giocatori di livello internazionale come Luis Alberto, Leiva, Acerbi e Immobile che è in uno stato di grazia assoluta. Quando aggiungi a tutto ciò un allenatore bravissimo come Simone Inzaghi, ecco qui la Lazio: una squadra straordinaria".

IMMOBILE VS LUKAKU: "Su Ciro mi sono già espresso, è in uno stato di grazia: ogni pallone che tocca lo trasforma in gol, è sorprendente. Lukaku anche mi sta stupendo, considerando soprattutto che è al suo primo anno in Italia. All'estero c'è un gioco più spregiudicato, mentre qui in Italia c'è molto più tatticismo: non è facile infilarsi tra le maglie del tatticismo italico. Quindi Lukaku sta facendo molto bene, non credo per una superba tecnica, quanto più per volontà e per la potenza fisica".

CORSA SCUDETTO: "È difficile da poter prevedere. Quel che possiamo fare è considerare le variabili a disposizione: l'Inter e la Juventus hanno sicuramente una rosa più ampia rispetto a quella della Lazio, che però ha meno impegni rispetto alle altre due squadre (Coppa Italia e Coppe europee, ndr). La Juventus non ha delle difficoltà, ma sta cercando di praticare un gioco con Sarri senza avere tutti gli interpreti adatti per poterlo praticare. È pur vero che i bianconeri sono superiori alle altre due formazioni, ma l'impegno della Champions potrebbe essere un diversivo mentale che potrebbe distrarli dal campionato. Deve ancora iniziare l'Europa League per L'Inter, e questo potrebbe favorire la Lazio che invece dovrà giocare una partita a settimana".

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Calciomercato Lazio: "Offerto un pre-contratto a Giroud"

Lazio, le ultime da Formello in vista dell'Inter

Clicca qui per tornare all'homepage del sito