ESCLUSIVA - Diritti televisivi, Lotito ci riprova in Senato: "Abbiamo questa possibilità, la normativa..."

21.01.2023 07:28 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
ESCLUSIVA - Diritti televisivi, Lotito ci riprova in Senato: "Abbiamo questa possibilità, la normativa..."
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di TuttoSalernitana.com

Non molla la presa Claudio Lotito e si fa di nuovo avanti con due emendamenti al Decreto Milleproroghe che, entro lunedì, saranno presentati per l'esame delle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio. Il senatore ha riproposto la sua idea relativa alla questione dei diritti tv che era stata scartata all’epoca dell’approvazione del Decreto ‘Aiuti Quater’. Nel dettaglio,  il correttivo riguardava l’aumento da 3 a 5 anni del contratto. In esclusiva ai nostri microfoni, il presidente della Lazio, ha spiegato la situazione: “Sono nella Commissione Bilancio al Senato e devo agire di conseguenza, affrontando le problematiche che abbiamo in agenda. Riguardo al discorso contrattuale va decifrato un aspetto. Esiste una legge detta Legge Melandri, che ha allungato la possibilità di stipulare i contratti (vedi i contratti dei diritti televisivi) da 3 anni a 5. Questo per equiparare l’Italia a molti Paesi europei. Faccio l’esempio della Spagna che da tempo possiede la strada aperta alle contrattualizzazioni quinquennali dei broadcaster. Da noi l’accordo con Dazn e Sky è in scadenza tra un anno e mezzo. Ora abbiamo la possibilità di prolungare i contratti in essere, nel momento che la normativa è mutata. Questo per permettere l’adeguamento alla nuova situazione in essere. Ma ripeto è una possibilità, non è detto che obbligatoriamente si debba arrivare a sino a cinque anni”. A proposito della misura attinente al gioco d’azzardo e alla cancellazione del divieto di pubblicità introdotto dal Decreto Dignità, ha affermato: “Un’altra imprecisione è stata detta sulla riemissione della pubblicità del gioco d’azzardo nel calcio e nello sport come sponsorizzazione. Noi non siamo per la ludopatia. Ci tengo a fare chiarezza. Siamo fermamente contrari al gioco d’azzardo. Siamo invece disponibili ad aprire le porte ad una pubblicità indiretta, attraverso un marchio di situazioni del tutto distanti dal gioco d’azzardo. Non siamo qui a fornire la possibilità di veicolare messaggi diretti equivocabili. C’è massima attenzione su questo versante”

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOME PAGE

Pubblicato il 20/01 alle 21.30