Lazio, Immobile: "Sono felice, portare l'aquila sul petto è motivo d'orgoglio"

Le parole nel post-partita di Lazio-Al Shabab da parte di Ciro Immobile. Il bomber biancoceleste è felice e fiducioso per la prossima stagione.
07.08.2019 11:56 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Lazio, Immobile: "Sono felice, portare l'aquila sul petto è motivo d'orgoglio"

Sereno, scherzoso. Soprattutto felice. A margine della sfida contro l'Al Shabab, Ciro Immobile si è presentato ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 per l'intervista post-partita. Il bomber di Torre Annunziata sta bene, ha segnato anche oggi un gol - uno l'ha generosamente offerto ad Adekanye - ed è pronto per la nuova stagione. Ecco le sue parole: “Secondo me loro pensavano che non fosse un'amichevole, hanno giocato in modo molto aggressivo. Questa partita ci serviva per allenarci e scaldarci per i go kart di oggi pomeriggio (ride n.d.r.). Sono felice. I nuovi si sono aggregati più velocemente del solito, anche lo stesso Vavro che fa fatica con la lingua. Con lui ci capiamo a gesti. Stiamo lavorando bene, siamo una famiglia anche con lo staff. Come dice il presidente qui si sta bene. Sono contento sia del ritiro di Auronzo che di questo a Marienfeld. Nelle amichevoli abbiamo segnato tanti gol, c'è da lavorare ancora ma abbiamo del tempo prima dell'inizio del campionato. Indossare l'aquila sul petto e la coccarda della Coppa Italia è motivo di soddisfazione, però la mia maglia preferita è quella bianca”.

LA SERIE A: “L'ho detto anche all'inizio dell'anno scorso, la Serie A è sempre più competitiva e anche noi lo siamo. L'importante è mantenere la solidità degli scorsi anni, stiamo lavorando con il mister per questo. Questo sarà un ritiro breve, ma intenso, che ci servirà per iniziare al meglio il campionato contro la Sampdoria a Genova. Abbiamo tre sfide toste all'inizio, partire bene è importante. Non vogliamo ripetere la sconfitta contro il Napoli dello scorso anno, dovremo stare concentrati. Poi inizia l'Europa League e avremo tanti impegni, fare bene all'inizio è importante anche per il morale”.

I SOGNI PER IL FUTURO: “Il mio sogno per la prossima stagione? Io sogno sempre. Sognavo di avere 3 figli e tra poco diventerò di nuovo papà, mia figlia Giorgia è già gelosa (ride n.d.r.). Spero di raggiungere presto il centesimo gol" - poi un gesto di grande generosità - "Il quinto gol di oggi? Diamolo a Bobby dai, anche se avrei segnato io”.

LAZIO - AL SHABAB, MILINKOVIC LASCIA IL CAMPO

LAZIO, LA DIRETTA DEL CALCIOMERCATO

TORNA ALLA HOMEPAGE