Albinati e la sua fede: "Tifare Lazio e sfidare il destino. Ricordiamo Gottardi e Fiorini..."

16.09.2021 07:45 di Elena Bravetti Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Albinati e la sua fede: "Tifare Lazio e sfidare il destino. Ricordiamo Gottardi e Fiorini..."

RASSEGNA STAMPA - In occasione di "Sócrates - Sport Storie Società", Edoardo Albinati ha parlato della sua fede biancoceleste. Lo scrittore, che nel 2016 si è aggiudicato il Premio Strega, ha sottolineato quanto si sia ripromesso di sospendere, almeno nell'anno della pandemia, l'apprensione dovuta alla Lazio. Tuttavia, ha ammesso di non esserci riuscito: "È una parte importante della vita. Mi dà gioie e dolori che dovrebbero essere secondari ma che, almeno per qualche istante, non lo sono". Traduttore e sceneggiatore, riporta la rassegna stampa di Radiosei, Albinati si è espresso anche sulla contrapposizione con la Roma: "Sono diventato della Lazio anche perché essere tifoso biancoceleste rappresenta l'orgoglio della minoranza. La voglia di sfidare il destino. Di sfidare la maggioranza". "Le tifoserie più importanti d'Italia ricordano i grandi campioni. Noi ricordiamo Gottardi e Fiorini, che rappresentano il gregario che fa vincere a sorpresa la Coppa Italia nel '98 e l'uomo che ha salvato la squadra dalla retrocessione in Serie C", ha concluso Albinati, che ha tenuto una vera "Lazio Magistralis" sotto gli occhi dei presenti in parco Labia

Lazio, pomeriggio di shopping per lady Immobile. E c'è anche la moglie di Caicedo... - FOTO

Lazio, Dotto: "Sarri è affascinante, vedremo lo scontro con Mourinho al derby"

TORNA ALLA HOMEPAGE