PRIMAVERA - Lazio, Bianchi: "Ripresa e prima squadra, ecco i miei obiettivi"

Il centrocampista della Primavera ha parlato della stagione interrotta e dei suoi obiettivi sulle frequenze di Lazio Style Channel.
18.05.2020 17:15 di Gabriele Candelori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
PRIMAVERA - Lazio, Bianchi: "Ripresa e prima squadra, ecco i miei obiettivi"

Non solo la Serie A, l’epidemia ha fermato anche il campionato Primavera della Lazio in un momento di ripresa per la squadra di Menichini. Alessio Bianchi, centrocampista dei biancocelesti, è intervenuto a Lazio Style Channel: “Mi mancano tutti, son già da due mesi che non vediamo staff e compagni. Stavamo andando bene, eravamo in una zona tranquilla nonostante le partite in meno. Vivendo a Roma, ne ho approfittato per stare in famiglia in Toscana. Mi sono tenuto in forma, poi Playstation, serie tv… Ci siamo sfidati anche con qualche compagno di squadra a Fifa e Call of Duty”. La Lazio era reduce da due vittorie e un pareggio: “Avevamo cambiato rotta a inizio dicembre con la vittoria contro il Napoli. Abbiamo fatto un filotto negativo poi ci siamo rialzati anche grazie al cambio di modulo. Il bilancio complessivo è più che sufficiente”. Tutto era ancora in bilico: “Avevamo ancora qualcosa da dare. Io guardavo quelle davanti, non solo quelle dietro. Da neopromossi l’obiettivo era salvarsi, ma con un buon filotto in un campionato così si fa presto a salire”. Bianchi spera di ripartire: “Ci piacerebbe ricominciare gli allenamenti e poi anche le partite, giocherei anche ad agosto. Ho un altro anno di contratto e sarebbe bellissimo fare anche qualche altra panchina con Inzaghi”. Come successo a Torino nell’ultima giornata dello scorso campionato: “Inzaghi è famoso in Italia per aver fatto esordire molti ragazzi, ho avuto la fortuna di allenarmi con lui qualche volta e di essere convocato a Torino. Per me è stato bellissimo. Ho avuto un buon rapporto con Cataldi e Murgia, ma anche Radu, Bastos e Milinkovic. Quando sali in prima squadra c’è ansia, Radu soprattutto mi ha fatto sentire a mio agio”. A Formello tanti maestri: “Lucas Leiva, Luis Alberto, Milinkovic e Cataldi. Cerco di rubare un po’ da tutti, anche per battere le punizioni. Ma Milinkovic è quello che mi piace di più. Vorrei dettare i tempi di gioco senza pause per i novanta minuti e diventare più rapido sul breve”.

DA MILANO A ROMA - Alla Lazio Bianchi è arrivato nell’estate 2018 dopo l’esperienza in rossonero: “Con Giovanissimi e Allievi sono andato bene, in Primavera ho avuto qualche problema come intensità e fisico. Era il primo anno dove c’erano i fuoriquota, era difficile trovare spazio. Ho giocato solo il Torneo di Viareggio e a fine anno ci siamo messi d’accordo per partire. C’erano squadre in Primavera 1 interessate, ma ho scelto la Lazio perché mi piace la società e c’era un buon progetto per risalire. Per il futuro decideremo con la società”. Infine sulla stagione: “Lo scorso anno c’era un gruppo completamente nuovo. Quest’anno ci hanno aiutato anche Minala e Anderson, che qualche partita più di noi l’hanno giocata. La svolta c’è stata contro Napoli e Fiorentina, nel derby eravamo ancora in un periodo di alti e bassi. Pressione al Fersini? Non credo, sicuramente è brutto perdere in casa ma credo sia una casualità. Il più brutto è stato il secondo tempo contro il Genoa. Derby, Fiorentina e Sassuolo invece le vittorie più belle”.

LAZIO, LE ULTIME DA FORMELLO

LAZIO, SLITTA IL RIENTRO DI LULIC

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOMEPAGE