LLSV Ritiro, Ep. 6 - Da Ferrara ad Auronzo, Anna: "Vi parlo di Lazzari..."

Sono tante le storie legate alla Lazio. Il ritiro di Auronzo di Cadore è un'ottima occasione per raccontarne alcune: questa serie è dedicata a voi lettori.
19.07.2019 07:17 di Annalisa Cesaretti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dal nostro inviato ad Auronzo di Cadore: Francesco Mattogno
LLSV Ritiro, Ep. 6 - Da Ferrara ad Auronzo, Anna: "Vi parlo di Lazzari..."

Anche lo scorso anno ha intrapreso lo stesso viaggio: da Ferrara fino ad Auronzo di Cadore per seguire la sua squadra del cuore. E no, la Spal non c'entra nulla. Perché a dispetto di ciò che la sua provenienza lascerebbe pensare, Anna è sempre stata attratta da un'altra tonalità di celeste e di bianco. Lei tifa Lazio, anzi, "Lassssio". Ma il suo accento, assieme al nome e a parte della sua storia, dovrebbero ricordarvi qualcosa. Anna, infatti, non l'abbiamo conosciuta in ritiro. Qui, in realtà, abbiamo potuto finalmente parlarle a quattrocchi. Ma la sua voce - accento emiliano compreso - l'abbiamo sentita per la prima volta quattro mesi fa. Proprio dopo Spal - Lazio. Niente, eh? Va bene, ecco cosa era successo. Acerbi, di ritorno dalla trasferta, su Instagram aveva pubblicato due foto: nella prima c'era un leone di peluche, nella seconda una lettera. E indovinate chi gli aveva regalato entrambi? Anna, ovviamente. 

SU LAZZARI - Nella lettera aveva descritto così fedelmente il carattere del difensore, che lui, colpito, aveva deciso di ringraziarla pubblicamente per quel doppio gesto. Acerbi, quindi, potrebbe confermarvelo: del giudizio di Anna ci si può fidare. E noi, che ormai siamo entrati in confidenza con la 22enne di Ferrara, subito dopo averle stretto la mano, le abbiamo chiesto: "Cosa ci dici di Lazzari?". Lei, con l'indice e il pollice attorno al mento, ci ha raccontato: "Beh, a Ferrara alla fine ci conosciamo un po' tutti. Lui ha sempre dato l'impressione di essere un ragazzo molto timido, sta sulle sue. Non ho mai sentito niente di negativo sul suo conto, anzi. È davvero umile. Ecco perché mi piace tanto come persona". E se lo dice Anna, noi le crediamo. "Quando è stato ufficializzato il suo arrivo alla Lassssio sono impazzita. Vedrete di cosa è capace!". 

FINALMENTE ACERBI - Prima di salutarci ci ha confessato: "Spero di riuscire a incontrare Ace prima di andare via". Come noi, infatti, Acerbi non aveva avuto ancora modo di vedere dal vivo la ragazza che gli aveva lasciato quel peluche nella hall dell'albergo di Ferrara. È passato un solo giorno. Poi uno dei nostri cellulari ha trillato. Era Anna. In chat ci ha inviato la foto che la ritrae sorridente insieme al suo beniamino. Poi un vocale: "Ho preso coraggio e gli ho detto che sono io la ragazza del peluche. E lui mi fa: 'Sei stata gentilissima, ce l'ho ancora con me'. Ora sono felicissima!".

LAZIO, TARE NON MOLLA YAZICI

LAZIO, AGGIORNAMENTO SULLE CONDIZIONI DI SALUTE DI MIHAJLOVIC

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 18/07/2019 alle ore 21.30