Calciomercato Lazio, occhi anche in Ligue 1: piace l’esterno Bradaric

Gioca nel Lille che è in crisi finanziaria e può cedere alcuni dei suoi gioielli. Bradaric è un 1999 e non occuperebbe posti in lista
23.12.2020 07:23 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
© foto di
Calciomercato Lazio, occhi anche in Ligue 1: piace l’esterno Bradaric

Tutto ruota intorno a Lulic. Il capitano prova il recupero, è fermo da un anno, la caviglia non gli ha dato tregua per mesi, a metà novembre sembrava tornata la luce coi primi passi sul campo, poi un nuovo stop con tanto di operazione per la pulizia dell’articolazione. Ora la Lazio aspetta, Lulic dovrebbe tornare ad allenarsi dopo Natale, saggerà le risposte della caviglia, proverà a forzare per capire come reagirà il suo fisico allo stress da campo. Tutto dipende da Lulic. Quindi. Se il capitano ritroverà la condizione, se starà bene, verrà inserito in lista al posto di Djavan Anderson e dal mercato non arriverà alcun rinforzo per la corsia mancina. Almeno fino all’estate prossima. Se invece le cose non andassero bene, ecco che la società potrebbe pensare a un intervento sul mercato.

LAZOVIC E RICCA - Sul taccuino della Lazio ci sono diversi nomi: a Tare piace molto Darko Lazovic, ma l’esterno del Verona costa almeno 15 milioni di euro e Juric ha fatto capire che non accetterà cessioni eccellenti nel mercato invernale. Non semplice quindi andare a strappare il serbo dalla corte dell’Hellas. Nelle ultime ore è spuntato il nome di Federico Ricca, è un terzino sinistro del Bruges, uruguaiano, 26 anni, può giocare anche da centrale. Inzaghi l’ha notato studiando i belgi in occasione del girone di Champions, piace per duttilità tattica e applicazione, può ricoprire due ruoli, sarebbe un innesto funzionale e low cost (è valutato circa 5 milioni). È un nome fatto da Inzaghi, è abituato a indicare giocatori che studia e conosce, è successo con Acerbi e Lazzari in passato, la cosa può riproporsi con Ricca. Si vedrà. La Lazio è vigile sul mercato, le strategie si definiranno a cavallo con il nuovo anno quando Lotito e Tare incontreranno Inzaghi e quando il quadro su Lulic potrebbe essere un po’ più chiaro. 

NOME NUOVO - Si sa, però, che la Lazio può ricercare un esterno mancino sul mercato, questo scatena operatori e intermediari. Nei giorni scorsi ai biancocelesti è stato proposto Domagoj Bradaric. Classe ’99, nazionale croato, è un esterno mancino in forza al Lille. Nei mesi scorsi era stato accostato a Napoli e Atalanta. Bradaric ha 21 anni, è un under, non occuperebbe alcun posto nella lista dei 25, questo può essere un gran vantaggio, permetterebbe alla Lazio di prendere un “over” in difesa (sempre che Lulic non rientri). Il Lille è in grave crisi finanziaria, ha messo alcuni suoi gioielli sul mercato, Bradaric veniva valutato 20 milioni l’estate scorsa, il prezzo è destinato a scendere, può essere preso a meno, magari in prestito con diritto od obbligo di riscatto. Il croato è un talento, può essere un investimento anche per il futuro, quella biancoceleste è una rosa “vecchia”, serve ringiovanire. La Lazio ha recepito la proposta, valuterà nelle prossime settimane se intervenire o meno, come detto tutto dipenderà da Lulic. Bradaric è forse l’obiettivo più complicato per costi e concorrenza, su di lui ci sono diverse squadre italiane e non solo. Ma è forse anche il più intrigante. La Lazio ci pensa, ma uno scenario più definito si avrà solo con l’inizio del nuovo anno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Pubblicato 22/12/2020

TORNA ALLA HOME PAGE

LAZIO, CATALDI RICORDA IL TRIONFO IN SUPERCOPPA

LAZIO, IMMOBILE: SOLO GOL BELLI E PESANTI. E CONTRO IL MILAN...