Lione - Marsiglia, il comunicato di Aulas: "L'arbitro aveva deciso di riprendere la gara"

Il presidente del Lione ha rilasciato delle dichiarazioni ufficiali in merito allo spiacevole episodio che ha coinvolto Payet
22.11.2021 22:00 di Tommaso Marsili Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lione - Marsiglia, il comunicato di Aulas: "L'arbitro aveva deciso di riprendere la gara"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Marco Spadavecchia

Durante Lione - Marsiglia Dimitri Payet è stato colpito da una bottiglia d'acqua piena scagliata dagli spalti. L'arbitro ha deciso di sospendere la partita anche se, a detta del club di casa, aveva preso una decisione differente. Con un comunicato ufficiale il presidente Aulas ha confermato la sua posizione: "Il tempo usato per prendere una decisione è stato troppo lungo. Ci sono stati alcuni ritardi che non sono dovuti all'organizzatore, che è l'OL. C'è stato un incidente con questo lancio di bottiglie. La sicurezza era esemplare. La persona è stata immediatamente arrestata. È un singolo individuo, che non fa parte dei gruppi di tifosi. La cosa più importante è questo assalto a Payet. Ci scusiamo con lui. Fa male. C'è la posizione della squadra avversaria che non vuole riprendere il gioco. Erano presenti il ​​prefetto e il pubblico ministero. Dopo un incontro di 50 minuti, la decisione è stata presa dall'arbitro. È stato condiviso che la partita sarebbe dovuta riprendere e questo è stato annunciato al pubblico. Bisogna prendere precauzioni quando ci sono 50.000 spettatori. Il manager dell'OM ha spiegato di non voler riprendere e poi ha chiesto all'arbitro di venire a controllare Payet. L'arbitro ha cambiato posizione dopo che non è stata intrapresa alcuna azione. Sono deluso perché il signor Buquet è un arbitro eccellente ed esperto. La partita è stata interrotta dopo un'ora e mezza con conseguenze che ben conosciamo. I giocatori hanno aspettato saggiamente. Hanno aderito alla decisione. L'autore del lancio della bottiglia è stato immediatamente arrestato".