Tardelli: "I calciatori sono stati i veri vincitori. Giocare alle 21.45 una follia"

Marco Tardelli, ex Inter e Juventus e ora potenziale candidato dell'Aic, si è espresso sulla riforma del calcio, e sul momento vissuto col Covid-19.
07.08.2020 10:10 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico De Luca
Tardelli: "I calciatori sono stati i veri vincitori. Giocare alle 21.45 una follia"

L'ex Inter e Juventus Marco Tardelli, riporta la rassegna stampa di Radiosei, ha espresso un proprio giudizio sul comportamento avuto dall'Italia del calcio in occasione del Covid-19: "È ripartita ed è pronta a farlo ancora a settembre. I calciatori sono stati i veri vincitori, coraggiosi, responsabili, hanno rischiato molto giocando ogni tre giorni". Poi, in qualità di potenziale candidato dell'Aic, l'ex calciatore ha sottolineato l'importanza di una riforma, a suo parere indispensabile. Un'operazione che potrebbe portare alla valorizzazione dei giovani, alla tutela del calcio dilettantistico, senza dimenticare un maggior impulso al professionismo femminile. E l'Associazione Italiana Calciatori in questo deve ricoprire un ruolo di primo piano: "I giocatori devono essere al centro. Bisogna aiutare a smentire la credenza che siano tutti ricchi e viziati". Infine, un parere sulle partite in notturna: "Giocare alle 21.45 è stata pura follia. Ma c'erano le tv..."

Calciomercato Lazio, David Silva si avvicina: il Decreto Crescita alleato di Lotito

Calciomercato Lazio, per la difesa spunta Porozo. L'agente: "Presto importanti novità"

TORNA ALLA HOMEPAGE