Lazio - Genoa, Acerbi: "Serve più equilibrio, giovedì dobbiamo vincerla per forza" - VD

30.09.2019 07:26 di Gabriele Candelori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio - Genoa, Acerbi: "Serve più equilibrio, giovedì dobbiamo vincerla per forza" - VD

Quattro gol al Genoa per tornare subito al successo. Una prestazione convincente per la Lazio, finalmente anche sotto porta. Per commentare il successo Francesco Acerbi è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel: “Ho visto una Lazio forte, pur subendo paradossalmente anche qualcosa in più dell’Inter. Abbiamo fatto bene e ci siamo divertiti. Dobbiamo sempre pensare alla prossima ed essere equilibrati. Ora pensiamo a giovedì che è una gara da dentro a fuori. Bisogna avere equilibrio in questa piazza, dipende da noi: le cose devono venire da dentro. Questa è la strada giusta. Non siamo né fenomeni dopo una vittoria né delle ‘pippe’ dopo una sconfitta. Questo è importante per fare un campionato di livello. Radu è un ragazzo serio che ama la Lazio e lo dimostra. Ha lo spirito giusto, è qui da 12 anni e posso solo fargli i complimenti. Luiz Felipe ha qualità, deve solo stare tranquillo. Oggi ha fatto una giocata importante. Ognuno comunque ha dato il suo contributo. Sono contento anche per Strakosha che ci ha salvato. Io non guardo i giornali, però sento che viene pizzicato dal pubblico. Lui sente la responsabilità e ha dimostrato di essere presente. Sono tutti grandi giocatori, bisogna trovare solo equilibrio tra esaltazione e depressione. Festeggiamo, poi da domani pensiamo al Rennes. Marusic? Anche lui è un giocatore forte: ha fisico e qualità. Per giocare in una piazza così devi essere forte. Quest’anno c’è Lazzari che è un ottimo giocatore, con la competitività si migliora. Sono felice abbia segnato Caicedo anche”.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DI ACERBI IN ZONA MISTA

Francesco Acerbi ha parlato anche ai microfoni dei giornalisti presenti in zona mista: "Abbiamo fatto una grande partita, ma anche loro hanno avuto molte occasioni, più di quelle che ha avuto l'Inter mercoledì nel secondo tempo. Il genoa ha creato e noi abbiamo fatto bene. Il 4-0 è un grande risultato e non aver preso gol è importante, però dobbiamo trovare un equilibrio ed evitare di doverci ritrovare a vincere per forza una partita perché siamo quasi spalle al muro. Questo atteggiamento deve esserci sempre. Adesso dobbiamo azzerare e l'entusiasmo deve scomparire da domani, perché dobbiamo tornare a concentrarci sulla prossima di Europa League che determinerà se saremo dentro o fuori. Crisi? I giornali creano sempre qualcosa in più di quello che succede dentro gli spogliatoi, che dovrebbe rimanere dentro come in una famiglia. Non c'è mai stato nessun dramma: siamo una famiglia e come è normale abbiamo delle discussioni. Siamo dei ragazzi intelligenti, però, così come lo è il mister e sappiamo cosa dobbiamo fare. Ogni tanto si vince, ogni tanto si perde e si ottiene meno di quello che si dà in campo. L'importante è che ognuno dia il massimo. Inzaghi all'intervallo? Ci ha dato alcune indicazioni e ci ha detto di non mollare, di fare altri gol e di non subirli. Siamo stati molto bravi a farlo e a tenere la palla. L'Europa League? Ci mancano ancora 5 partite e giocando in casa con il Rennes - che sta facendo bene - dobbiamo cercare di vincere assolutamente per stare tranquilli. Ma anche subendo due sconfitte non sarebbe poi così difficile passare il turno, anche se dopo non si sa mai nel calcio. In ogni caso, dobbiamo vincere per forza. Io un leader? Ho un contratto con il mister e mi fa giocare sempre (ride, ndr). No scherzo, io cerco di fare il possibile per farmi trovare in forma e pronto. Se vuole tenermi fuori deve essere solo per scelta tecnica. Voglio sempre migliorare e mai fermarmi, perché la mia testa mi dice così". 

LAZIO GENOA, LE NOSTRE PAGELLE

LAZIO GENOA, LE PAROLE DI IMMOBILE

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOME PAGE

Pubblicato il 29/09 alle ore 17:55