Roma, la Procura Federale continua le indagini su Petrachi: ecco i rischi

La Procura Figc continua a indagare su Petrachi e la Roma, con il diesse accusato di lavorare per i giallorossi mentre era sotto contratto con il Torino...
18.11.2019 09:30 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Insidefoto/Image Sport
Roma, la Procura Federale continua le indagini su Petrachi: ecco i rischi

RASSEGNA STAMPA - La Procura Figc continua la propria indagine su Gianluca Petrachi. Il direttore sportivo della Roma è accusato di aver iniziato a lavorare per i giallorossi mentre era ancora sotto contratto con il Torino.  La vicenda è nota e nasce dalla gaffe in conferenza stampa dello stesso dirigente che si è trasformata in una sorta di auto-denuncia, quando commentando la trattativa poi saltata con l'Inter per Dzeko parlò di un incontro avvenuto «a maggio». Il dirigente ha poi parlato di lapsus ed errore temporale, ma la vicenda non è certo rientrata. La Procura ha aperto un  fascicolo e, come riporta l'edizione odierna de Il Tempo, ha ascoltato alcuni dirgenti del Torino, dell'Inter e anche alcuni procuratori. La novità riguarda l’acquisizione da parte dei procuratori Figc dei contratti di cessione dei giovani Freddi Greco e Bucri dalla Roma al Torino. I due ragazzi sono stati infatti girati gratuitamente ai granata nell’ambito di un «gentlemen agreement» tra Cairo e la dirigenza giallorossa, che aveva come scopo proprio quello di liberare Petrachi dal vincolo contrattuale fino al 30 giugno 2020 che il patron granata non voleva sciogliere per «ripicca»: solo dopo il doppio trasferimento, il 25 giugno Cairo ha dato il suo ok. Dai documenti inviati dalla Lega di Serie A in Procura sì evince come non ci sia stato passaggio di denaro fra le due società: entrambi i contratti - firmati dal Ceo Fienga per i giallorossi e dallo stesso Cairo per conto del Torino - non prevedono compensi né alla Roma né agli agenti e solo nel caso di Freddi Greco è stata inserita una clausola che prevede una percentuale del 30% spettante al club di Pallotta in caso di futura rivendita del calciatore. Insomma la Procura vuole vederci chiaro anche perché Petrachi è stato recidivo e, prima della gara con il Parma, ha parlato di un incontro con Fonseca e Fienga il 4 giugno, quando ancora era tesserato dai piemontesi.  A fine mese dovrebbe chiudersi l'indagine, a meno che non venga chiesta una proroga, ma Petrachi rischia un deferimento di qualche mese, mentre la Roma una multa salatissima e un danno d'immagine importante. Se ne saprà di più tra qualche settimana, ma dalle parti di Trigoria non ci si aspetta nulla di buono. 

CALCIOMERCATO LAZIO, I TRE GIOCATORI DEL VERONA CHE PIACCIONO A TARE

CALCIOMERCATO LAZIO, QUATTRO I CALCIATORI IN USCITA A GENNAIO

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOMEPAGE