Lazio, Bianchessi: "Il coronavirus ci ha portato via un sogno"

15.07.2020 13:50 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Edoardo Zeno - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, Bianchessi: "Il coronavirus ci ha portato via un sogno"

Mauro Bianchessi ha parlato ai microfoni di Lazio Style Channel per fare il punto sul settore giovanile e sulla Lazio Women. Queste le parole del responsabile del settore giovanile:

SETTORE GIOVANILE - “C'è ancora molto rammarico per lo stop forzato imposto dal virus. Con la Lazio Women stavamo andando in Serie A, avevamo appena battuto la terza in classifica. Quattro squadre giovanili inoltre erano già qualificate per le finali scudetto. Questo ci ha portato via un sogno: provare a rivincere il titolo regionale, far conquistare ad una delle quattro squadre in finale il tricolore e portare la Lazio femminile in Serie A. Adesso dobbiamo essere bravi a voltare pagina per riscrivere un'altra storia”.

LAZIO WOMEN – “Lo dimostrano gli acquisti portati a termine per la squadra di Seleman, che si è meritato la conferma. C'è molta amarezza per l'esito del campionato, dove solo un algoritmo che non ha nulla di sportivo ci ha negato la promozione. Il Presidente Lotito crede molto nel professionismo della femminile, che arriverà nel 2022, così ci teneva a far giocare la squadra in Serie A dalla prossima stagione. Siamo però abituati a guardare avanti, così abbiamo inserito calciatrici giovani e di esperienza, che aiuteranno a far crescere tutta la rosa. Una di queste è Adriana Martin, una sorta di Cristiano Ronaldo del calcio femminile. Ha una media gol impressionante e fa parte della nazionale spagnola. Abbiamo rinforzato la spina dorsale di una rosa già forte, con calciatrici importanti come Emma Guidi, Emma Lipman e Rachel Cuschieri. Il prossimo campionato avremo tutti gli occhi addosso, ma siamo pronti e ci stiamo strutturando per essere professionisti sotto ogni aspetto”.

UNDER 18 – “Sarà la prima novità, una categoria che la Lazio non ha mai avuto. Per quest'anno sarà facoltativo, mentre il prossimo sarà obbligatorio. Questo ci permetterà di far giocare con continuità i ragazzi nati nel 2003, che in Primavera a causa delle regole sui fuori quota avrebbero avuto poco spazio. Alla guida, io e il Presidente Lotito, abbiamo scelto Tommaso Rocchi: un allenatore fatto in casa, che potrà lavorare con ragazzi 18enni in un campionato dove conta il risultato. Nella mia carriera ho sempre puntato alla costruzione in casa di allenatori e calciatori, una linea seguita anche dalla Lazio, come dimostra la crescita di Simone Inzaghi. Una crescita sia per i ragazzi che per gli allenatori, che valorizzerà tutti. Abbiamo inserito poi negli staff tecnici anche Christian Terlizzi per l'Under 16 e Andrea Cardone per l'Under 14. Abbiamo cambiato molto a livello di allenatori nel settore giovanile, questa sera al Green Club ci sarà la presentazione di staff e squadre.

PROGETTI FUTURI – “Stiamo lavorando ogni giorno per costruire al meglio ogni squadra, un lavoro iniziato a gennaio per programmare la stagione. Per questo il lockdown ci ha tolto poco a livello di organizzazione, la nostra strategia è valorizzare i giocatori giovani e bravi della Regione Lazio, più due o tre fuori regione che facciano la differenza, con un progetto importante di crescita che possa portare risultati importanti. I giovani calciatori biancocelesti convocati in Nazionale sono aumentati, arrivando fino a 15. Lavoriamo a 360° sul giocatore, non solo sull'aspetto tecnico ma anche su quello scolastico e mentale. Abbiamo uno staff fatto anche da psicologi, con un protocollo di lavoro diviso per fasce di età, lo definirei un 'Modello Lazio'. L'Under 18 inizierà il 5 ottobre, l'Under 17 il 20 settembre, mentre 15 e 16 il 5 ottobre: tutte inizieranno la preparazione ad agosto. L'Under 14 invece prima di iniziare il campionato avrà un torneo importante a Roma".