Lazio, Sarri: "Voglio chiudere qui, ma se in Arabia si può fumare..."

23.11.2023 09:00 di Edoardo Zeno Twitter:    vedi letture
Fonte: La Repubblica
Lazio, Sarri: "Voglio chiudere qui, ma se in Arabia si può fumare..."
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

A tutto Maurizio Sarri. Intervistato da La Repubblica, l'allenatore biancoceleste si è raccontato a 360 gradi. Dagli aspetti tecnici a quelli emozionali, passando per il suo futuro e il suo passato. Di seguito le dichiarazioni del Comandante.

CALENDARIO FITTO - Si gioca tanto, troppo. Mister Sarri non smette di ripeterlo, sottolineando come in questi giorni se ne sono accorti anche in Spagna dopo l'infortunio di Gavi con la nazionale. Tanti colleghi scrivono in privato al tecnico toscano che ha ragione e che fa bene a denunciare questa cosa. Nessun allenatore, però, lo segue in questa polemica, viene solamente accusato di cercare alibi.

IL FUTURO - “Mi piacerebbe finire la carriera qui, ma non dipende solo da me". Arabia? "Lì si può fumare? Sì, allora è un punto a favore". Poi il desiderio già noto: quello di allenare la squadra biancoceleste al Flaminio. Il mister evidenzia come la società creda tantissimo in questo progetto, ma ovviamente necessita di alcune garanzie.

DERBY - Sarri torna anche sulla stracittadina romana, disputata qualche settimana fa. Non sono tanto i novanta minuti il problema ma quello che avviene prima. Lazio-Roma "mi trita", ammette il Comandante. E' una partita bellissima, ma che allo stesso tempo ti rovina la vita. Te ne accorgi dall'aria che si respira durante il giorno. Anche i magazzinieri e i cuochi risentono del clima derby.

IMMOBILE - L'aneddoto sul capitano. Il mister ha svelato che il 17 gli ha recentemente chiesto come fare per tornare quello di un tempo. Sarri non ha avuto dubbi: "Fai quello che hai sempre fatto, non venire incontro alla palla, continua a scavare le difese”. Ciro deve tornare a fare quello che ha sempre fatto meglio, l'attacco alla profondità" senza andare contro i principi del suo calcio.

LA SOSTA - Sarri si è riposato durante queste settimane di pausa nazionali? La risposta è no, l'allenatore biancoceleste ha risposto simpaticamente di aver studiato i prossimi 21 avversari della Lazio.

DIFFERENZE - "Allenare in Champions o tra i dilettanti non è così diverso", parola del Comandante che ha provato entrambe le esperienze sulla propria pelle. Chi meglio di lui può dirlo? Ci sono le primedonne anche in Serie D, aggiunge. Il Napoli di Sarri? Il mister non ha dubbi neanche qui, verrà ricordato per 30 anni".

L'EREDE - C'è un allenatore che potrebbe prendere il posto di Sarri in futuro. Il Comandante incorona Roberto De Zerbi, attualmente al Brighton e con il quale si sente spesso. Poi il nome a sorpresa. Attenzione a Massimo Maccarone, allenato ai tempi dell'Empoli.