Lazio, Luis Alberto: "Maledetto Covid, sarà pazzesco giocare in Champions. Io assistman, che orgoglio" - VD

Con un messaggio pubblicato sul proprio profilo Instagram, Luis Alberto ha analizzato la stagione che si è appena conclusa in casa Lazio.
04.08.2020 07:10 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, Luis Alberto: "Maledetto Covid, sarà pazzesco giocare in Champions. Io assistman, che orgoglio" - VD

Con un post pubblicato sul proprio profilo Instagram, Luis Alberto ha analizzato la stagione che si è appena conclusa. Un'annata che ha visto la Lazio ottenere dopo tredici anni la qualificazione in Champions League, con il 'Mago' che si è aggiudicato il titolo di assistman della Serie A. Di seguito, le parole dello spagnolo: "È appena terminata una stagione particolare, molto lunga, con momenti complicati, ma con molti obiettivi raggiunti sia personali che di squadra. Il 2019 si è concluso celebrando la Supercoppa a Ryad, un'esperienza indimenticabile e un altro titolo vinto insieme ai miei compagni. Nei mesi seguenti, con molto sforzo e duro lavoro, siamo riusciti ad aggiungere vittorie e punti fino a raggiungere il primo posto in classifica, anche se il maledetto Covid ci ha fermato dalle nostre buone prestazioni. Tuttavia, dopo alcuni mesi di pausa siamo riusciti tutti a qualificarci Champions League dopo 13 anni! È pazzesco, l’anno prossimo saremo ancora qua a valorizzare al meglio questa maglia nella massima competizione europea. A livello individuale è stata una stagione di intenso lavoro fisico e mentale, ma posso dire con orgoglio di essere riuscito a diventare il miglior assist man in Serie A. Questo è anche grazie ai miei compagni di squadra, che mi mettono alla prova ogni giorno e mi fanno prendere il miglior calcio che ho dentro. Infine, voglio congratularmi con Ciro Immobile per la Scarpa d'Oro, un premio super meritato e so quanto ti è costato ottenerlo, congratulazioni fratello"

✍E’ appena terminata una stagione particolare, molto lunga, con momenti complicati, ma con molti obiettivi raggiunti sia personali che di squadra. Il 2019 si è concluso celebrando la Supercoppa a Ryad, un'esperienza indimenticabile e un altro titolo vinto insieme ai miei compagni. Nei mesi seguenti, con molto sforzo e duro lavoro, siamo riusciti ad aggiungere vittorie e punti fino a raggiungere il primo posto in classifica, anche se il maledetto covid ci ha fermato dalle nostre buone prestazioni. Tuttavia, dopo alcuni mesi di pausa siamo riusciti tutti a qualificarci @official_sslazio per la @championsleague dopo 13 anni! È pazzesco, l’anno prossimo saremo ancora qua a valorizzare al meglio questa maglia nella massima competizione europea . A livello individuale è stata una stagione di intenso lavoro fisico e mentale, ma posso dire con orgoglio di essere riuscito a diventare il miglior assistman in #SerieA. Questo è anche grazie ai miei compagni di squadra, che mi mettono alla prova ogni giorno e mi fanno prendere il miglior calcio che ho dentro 🙏. Infine, voglio congratularmi con @ciroimmobile17 per la scarpa d'oro, un premio super meritato e so quanto ti è costato ottenerlo, congratulazioni "frate" 😁

Un post condiviso da 10_luisalberto (@10_luisalberto) in data: 3 Ago 2020 alle ore 11:08 PDT

VIDEO - Calciomercato Lazio e Social con Federico Marchetti e Lavinia Saccardo: il tg

UFFICIALE - Serie A, c'è la decisione della Lega: si riparte il 19 settembre

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 3/8