Lazio - Inter si gioca sui duelli individuali: cinque testa a testa decisivi

Da Acerbi contro De Vrij fino a Correa contro Lautaro, Lazio-Inter sarà piena di duelli da togliere il fiato: la partita può decidersi lì.
16.02.2020 08:00 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio - Inter si gioca sui duelli individuali: cinque testa a testa decisivi

LAZIO - INTER - La partita scudetto da giocare a specchio, da vincere con strategia, con i duelli in difesa, a centrocampo e in attacco. Lazio-Inter è tattica e tecnica, tra Inzaghi e Conte la spunterà la furbizia e le intuizioni. Tra grandi ritorni da ex e vecchie certezze, come riporta la consueta rassegna stampa a cura di Radiosei, la gara può decidersi negli uno contro uno.

ACERBI VS DE VRIJ - Dicono che "Ace" non abbia fatto rimpiangere il "traditore" De Vrij. È vero. L'olandese se ne è andato male, ha lasciato come non avrebbe dovuto, con un Lazio-Inter molto doloroso per i biancocelesti. Ma ora il suo posto è stupendamente ricoperto da Acerbi, leader da subito. Comanda il Leone dietro, De Vrij è solo un ricordo. La loro attenzione nel reparto arretrato può fare la differenza e per l'ex Lazio la tensione e il clima ostile possono giocare un brutto scherzo.

LEIVA VS BROZOVIC - Recuperano, impostano, lottano, dirigono, mostrano i muscoli. Leiva e Brozovic regnano a centrocampo, lo fanno a modo loro, con caratteristiche diverse. Il laziale è più tigna e tackle, l'interista gioca di fino. Starà a loro alzare il baricentro della squadra e fare da frangiflutti davanti alla difesa.

MILINKOVIC VS VECINO - Qui si va in alta quota. Scortano i registi e si buttano in area per cercare il gol, Milinkovic e Vecino si sfideranno a suon di colpi di testa ed inserimenti. Più bravo il serbo a giocare di fisico, ad arrivare di petto lì dove gli altri usano la testa. Vecino gioca di più "alla Parolo", a fari spenti da attaccante aggiunto. Questo sarà un altro duello decisivo della partita.

JONY VS CANDREVA - Il novellino contro l'ex, una fascia sarà roba loro. Uno di fronte all'altro, Jony sfida il ritorno di Candreva all'Olimpico. Per lo spagnolo è un cerchio che si chiude, dall'Inter all'Inter: l'ultima volta si perse D'Ambrosio e contribuì all'1-0 per la squadra di Conte, oggi vuole riscattarsi dopo la buona prestazione di Parma e la grande responsabilità che ha nel sostituire Lulic. Candreva lo conosciamo, Jony invece è ancora da scoprire: può stupire tutti e vincere il duello fatto di velocità, resistenza e cross.

CORREA VS LAUTARO - Correa alla fine potrebbe spuntarla su Caicedo per iniziare dal 1', Lautaro invece, di ritorno dalla squalifica, accompagnerà sicuramente Lukaku in attacco. Sfida tutta argentina a distanza, giocata nelle due aree con stili differenti. Il "Tucu" ondeggia e dribbla, punta, sposta e calcia, è più "leggerino" e imprevedibile. Il "Toro" gioca sulla forza fisica, l'anticipo e la grande intesa con Lukaku. Punto di contatto: entrambi fanno da spalla al bomber principale, lavorano in ombra ma sanno prendersi le luci della ribalta.

Lazio - Inter, record di tifosi all'Olimpico: il programma e le info

Lazio - Inter, probabili formazioni: Correa vicino a Immobile

Torna alla home page