Calciomercato Lazio, il Real e il nodo recompra: ecco cosa manca per Mayoral

La Lazio e il Real Madrid stanno continuando a trattare per Borja Mayoral. Le distanze si stanno assottigliando, prossima settimana può arrivare l'ok.
08.08.2020 06:15 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Calciomercato Lazio, il Real e il nodo recompra: ecco cosa manca per Mayoral

Muriqi entra prepotente in orbita Lazio e il pensiero corre anche a Borja Mayoral. Salta quindi l’accordo con il Real per il classe ’97? Tare in realtà era stato chiaro: “Il club lavora per prendere un attaccante, forse anche due…”. Quel forse dipendeva da Felipe Caicedo. L’ecuadoriano ha rotto gli indugi e chiesto di andar via, vuole provare una nuova esperienza, strappare l’ultimo grande contratto della sua vita. L’agente lo sta proponendo in Qatar, Arabia Saudita e soprattutto Emirati dove il Panterone preferirebbe trasferirsi. Ma su di lui si sono mossi anche club spagnoli e cinesi. L’Al Duhail, società con sede a Doha, per ora sembra quella più convinta nel muovere passi per l’acquisizione dell’attaccante biancoceleste. La Lazio punta a ottenere almeno 7-8 milioni e piazzare così a bilancio una sostanziosa plusvalenza. Si tratta, senza chiudere ad altre offerte, come quelle dell'Al Gharafa e Al Shabab che hanno effettuato un sondaggio. Per questo, nelle ultime ore, Tare ha accelerato anche sul fronte Muriqi, per dare così un’alternativa potente e fisica a Inzaghi. Mayoral, invece, ha un profilo diverso, più simile a quello di Immobile, gioca sulla profondità, è un uomo d’area, caratteristiche che piacciono molto al direttore sportivo che lo seguiva già da un anno. 

RECOMPRA - Ora, però, si sono create le condizioni per affondare il colpo e tentare di portare a Roma l’ex Levante. Mayoral ha un contratto con il Real in scadenza nel 2021, ha l’accordo con la Lazio per un quinquennale da 1,8 milioni a stagione più bonus, è intrigato dal progetto tecnico biancoceleste, tanto da mettere da parte le proposte di Villarreal e Valencia. La Lazio ha anche l’accordo economico con il Real Madrid: Mayoral viene valutato 15 milioni (bonus compresi), ma non c’è ancora intesa sulla questione recompra. Il club di Lotito ha aperto a questa soluzione dopo le insistenze di Florentino Perez, nei giorni scorsi Tare e Sanchez, Ceo dei Blancos, ne hanno discusso, s’è creata anche un po’ di freddezza. Il Madrid vuole un diritto di recompra fisso per tre anni a 25 milioni di euro. La Lazio ha risposto no. Il senso è questo: va bene la recompra, ma non ci faremo prendere per la gola. Lotito chiede che la clausola di riacquisto sia valida solo per due anni, a cifre più alte (35 milioni).

DIPLOMAZIA - Gli agenti stanno svolgendo un’opera diplomatica importante, stanno lavorando per avvicinare le parti e soprattutto per far mollare un po’ la presa al Real Madrid. Filtra comunque ottimismo sul buon esito dell’operazione, Mayoral potrebbe diventare biancoceleste già la prossima settimana, con le parti che s’incontreranno a metà strada, inserendo nell’operazione una recompra valida per due anni (non per tre) a 30-32 milioni di euro. Il doppio di quanto spenderà la Lazio per acquistare Mayoral. La cifra di recompra sarebbe relativamente bassa, in realtà, soprattutto per gli standard operativi della Lazio, per questo Lotito sta provando a strappare uno sconto sul prezzo d’acquisto, magari abbassando i 12 milioni di parte fissa e alzando i bonus ma rendendoli meno semplici da conseguire. C’è poi la parte fiscale su cui si sta discutendo, aspetti poco appassionanti, ma comunque importanti in una trattativa. Mayoral non è ancora della Lazio, ma lui aspetta con fiducia. Pronto a cominciare una nuova avventura. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Pubblicato il 7/8/2020 alle 18.15