Serie A, Gravina: "Calcio non è solo un gioco. Algoritmo? Mi sono spiegato male..."

03.06.2020 08:45 di Valerio De Benedetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Serie A, Gravina: "Calcio non è solo un gioco. Algoritmo? Mi sono spiegato male..."

La Serie A si appresta a ripartire e per Gabriele Gravina, presidente della FIGC, è tempo di primi bilanci: "Ho vissuto un conflitto interiore nei drammatici momenti del virus, ma lì bisognava capire se dovevamo compromettere il nostro movimento in maniera definitiva. Il calcio non è solo un gioco, è una dimensione economica enorme che richiede responsabilità. Capisco i tifosi, ma non si può aspettare il vaccino. Non volevamo prenderci degli 'scemi'".

Gravina, nell'intervista rilasciata a Il Romanista, ha parlato anche delle gare a porte chiuse: "E' una tristezza unica - ha commentato -, ma è una tappa di avvicinamento per riconsegnare il calcio vero ai tifosi. Bisogna ripartire convivendo in qualche modo con il virus, non si può aspettare il vaccino. Ci sono 100mila persone che lavorano nel settore. A livello internazionale stanno ripartendo tutti". Un altro tema toccato riguarda l'eventuale classifica finale nella malaugurata ipotesi che il campionato si debba fermare nuovamente prima della naturale fine della stagione, tra playoff e algoritmo: "Forse non sono stato bravo a far capire l'algoritmo - ha concluso Gravina -. Quello porterebbe alla classifica ponderata, quello degli inglesi che sono arrivati dopo e ora tutti dicono che è il loro modello. Non ci sarebbe alcuna discrezionalità".

LAZIO, LE PAROLE DEL DS IGLI TARE

LAZIO, IL REPORT DA FORMELLO

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME