Lazio, l'avanzata di Lotito sul fronte Alitalia: gli sviluppi

La proposta di Lotito per il 40% della nuova Alitalia sta prendendo sempre più credito, tanto da ipotizzare un dualismo con Atlantia
29.06.2019 07:15 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio, l'avanzata di Lotito sul fronte Alitalia: gli sviluppi

Lotito o i Benetton. Parlando in gergo calcistico, può essere questa la finale per il 40% della nuova Alitalia. E la partita rappresenta anche un derby all'interno del Governo, intorno alla posizione di Atlantia (la holding della famiglia Benetton). La Lega spinge, ma il Movimento 5 Stelle pone il suo veto dopo la vicenda del Ponte Morandi di Genova.

I BENETTON E L'ALTERNATIVA - La nuova miccia l'ha accesa il vicepremier Di Maio ieri sera a Porta a Porta: "Se abbiamo detto a Genova che revocavamo le concessioni autostradali, il giorno in cui lo faremo Atlantia perderà valore in Borsa. Se li mettiamo dentro Alitalia, faranno perdere valore anche agli aerei. Atlantia è decotta, non può essere coinvolta". Secca la risposta del ministro dell'Agricoltura e del Turismo, il leghista Centinaio: "Portino un'alternativa". Replica del collega alle Infrastrutture e Trasporti Toninelli: "Ci stiamo lavorando, Centinaio sa perfettamente che le soluzioni stanno arrivando". E ciò su cui stanno lavorando i Cinque Stelle si chiama Claudio Lotito.

LA PROPOSTA DI LOTITO - A differenza di Atlantia, per cui i contatti sono soltanto informali (anche se ufficialmente c'è tempo fino al 15 luglio), il presidente della Lazio la proposta di acquisto per il 40% l'ha presentata lo scorso 12 giugno. Nelle ultime ore i contatti con Di Maio sono frequenti, con Lotito che ha pronte le garanzie bancarie per i 300 milioni necessari. Dopo la verifiche di Mediobanca, il passaggio successivo riguarda la condivisione del piano industriale e delle clausole del governo societario. Qualora tutto dovesse filare liscio, allora questa soluzione non sarebbe più soltanto un'alternativa.

LUFTHANSA VS DELTA - Il punto di riferimento è sempre la cordata guidata da Ferrovie dello Stato, l'unica a presentare un'offerta di acquisto per Alitalia ai commissari. Fs ha in mano circa il 30% e ha coinvolto con il 15% a testa il Ministero di Economia e Finanze e Delta Air Lines, una delle maggiori compagnie aeree del mondo.  Secondo quanto riporta il Sole 24 Ore, Delta ha accettato di far parte dell'operazione per proteggere la sua supremazia nei voli sul Nord Atlantico ed evitare che Alitalia cada nell'orbita di Lufthansa. Proprio i tedeschi di recente hanno proposto un piano di salvataggio in cui si dicono pronti ad acquisire poco più di metà della compagnia (presumibilmente il 40% sul mercato e il 15% di Delta). Ma Lufthansa esclude Delta, che non avrebbe più i benefici, e gli americani rappresentano la primissima scelta.

LAZIO, ECCO LE MAGLIE PER LA PROSSIMA STAGIONE?

CALCIOMERCATO LAZIO, CONTINUA IL PRESSING PER LAZZARI

TORNA ALLA HOME PAGE

Pubblicato il 28 giugno alle ore 17:10