FOCUS - Un anno di Lazio: le 5 vittorie più belle dei biancocelesti nel 2018

Pubblicato il 01/01/19 alle ore 08.30
02.01.2019 07:22 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Vittori - Lalaziosiamonoi.it
FOCUS - Un anno di Lazio: le 5 vittorie più belle dei biancocelesti nel 2018

La Lazio chiude il 2018 al quarto posto in classifica e guarda al 2019 con l’obiettivo di mantenerlo fino a fine stagione. L’anno che si sta per chiudere ha riservato ai biancocelesti la delusione di aver perso il 20 maggio contro l’Inter il piazzamento Champions, ma anche tante soddisfazioni per la qualità del gioco espresso dai ragazzi di Inzaghi e per le vittorie prestigiose, alcune su campi ostici anche a livello europeo. Di seguito, in ordine cronologico, riportiamo le 5 performances più belle e/o significative.

15-03-2018 - DINAMO KIEV-LAZIO 0-2: Il pareggio per 2-2 dell’andata pone la Lazio di fronte a un bivio, per non essere eliminata dall’Europa League deve vincere a Kiev (improbabile un pareggio da 2-2 in poi). Fuori Milinkovic per infortunio, Luis Alberto scala a centrocampo e Felipe Anderson affianca Immobile in attacco. L’avvio dei biancocelesti è buono e al 23’ uno stacco imperioso di Leiva su corner regala il vantaggio. La Lazio non la chiude e con il passare dei minuti gli ucraini provano il colpaccio. De Vrij all’83’ spegne ogni speranza e Inzaghi dalla gioia scivola sul tartan dell’Olimpiyskyi. Si spalancano le porte dei quarti.

05-04-2018 - LAZIO-SALISBURGO 4-2: Il quarto d’andata di Europa League mette di fronte alla Lazio il Salisburgo, davanti a un Olimpico delle grandi occasioni. I tifosi spingono e i biancocelesti in campo imprimono subito la loro impronta al match. All’8’ cross di Basta e conclusione al volo di Lulic che batte Walke, gol con quinto su quinto per dirla alla Inzaghi. Al 30’ l’arbitro Hategan regala un rigore agli austriaci, trasformato dal futuro biancoceleste Berisha. Nel secondo tempo al 49’ è un Parolo versione Bettega a riportare in vantaggio la Lazio, ma al 71’ Minamino sfrutta un batti e ribatti nell’area di Strakosha per fare il 2-2. Anche un toro sarebbe alle corde, invece i biancocelesti in 3 minuti domano proprio i tori austriaci. L’assolo di Felipe Anderson al 74’ e il contropiede Leiva-Immobile al 77’ chiudono la sfida sul 4-2. Ciro abbraccia Inzaghi come un figlio fa con il padre, quanta lazialità in un’immagine.

18-04-2018 - FIORENTINA-LAZIO 3-4: La corsa Champions con Roma e Inter impone alla Lazio di non perdere punti e a Firenze ne esce fuori una partita dai mille colpi di scena. In avvio prima Damato espelle Sportiello (fallo di mano fuori area), poi Murgia (intervento da ultimo uomo), anche se in questo secondo caso le immagini chiariscono che è Chiesa a scalciare il biancoceleste. Doppio vantaggio viola con Veretout (rigore e punizione), ma dopo l’ennesimo penalty negato a Leiva la Lazio pareggia con una punizione di Luis Alberto e un colpo di testa di Caceres. Nella ripresa annullata una rete a Simeone con la Var, 3-2 di Veretout e poi show biancoceleste. Felipe Anderson, entrato per de Vrij, sfodera una prodezza per il pareggio e dopo 3 minuti Luis Alberto realizza in spaccata il 4-3. Nel corso dei 6 minuti di recupero Strakosha si infortuna, ma Inzaghi, espulso in chiusura di primo tempo per proteste contro il disastroso Damato, ha finito i cambi, così il portiere stoicamente prosegue difendendo una vittoria preziosa.

25-10-2018 - MARSIGLIA-LAZIO 1-3: L’Eintracht ha preso il largo nel girone di Europa League e la sfida tra Marsiglia e Lazio è fondamentale per il secondo posto. L’atmosfera al Velodrome è pesante per la rivalità che divide le due tifoserie, nonostante le due curve dei supporters francesi siano chiuse per squalifica. Inzaghi conferma Caicedo vicino a Immobile e la scelta si rivelerà giusta. Al 10’ è Wallace a portare in vantaggio i biancocelesti anticipando perfettamente Mandanda su un corner. La Lazio è padrona del campo e nonostante in un paio di occasioni sfiori il raddoppio già nel primo tempo, deve attendere il 59’ e la percussione di Caicedo per ottenerlo. A 4 dalla fine la punizione di Payet è un fulmine a ciel sereno che per qualche secondo regala l’illusione del pareggio al Marsiglia, subito offuscata da una prodezza di Marusic. Il montenegrino zittisce il Velodrome e Garcia, costretto a soccombere dopo i proclami del pre.

22-12-2018 - LAZIO-CAGLIARI 3-1: La Lazio è reduce da 5 partite in campionato senza vittoria e Inzaghi prova a dare una sterzata con la formula qualità. Milinkovic e Luis Alberto mezzali ai fianchi di Parolo e Correa con Immobile in attacco per una versione molto offensiva del 3-5-2. L’esperimento, che dal 1’ ha un solo precedente a Udine nella stagione scorsa, riesce grazie a un Luis Alberto in grande spolvero e un Milinkovic sempre più nel vivo del gioco. È proprio il serbo a sbloccare il risultato, ribadendo in rete una respinta di Cragno su tiro di Correa. Il raddoppio sugli sviluppi di un corner porta la firma di Acerbi, che stavolta non trova sulla sua strada l’infausta Var. Lulic e un rigore di Joao Pedro completano il 3-1 finale, ma nella mente rimane una prestazione di alto livello dei biancocelesti che non si vedevano così da un po’ di tempo. La strada della qualità è quella giusta.