Lazio, per Cucci è Inzaghi il vero Maestro e non Pirlo: "Lavora con Tare e Lotito..."

Il giornalista elogia le qualità del tecnico biancoceleste che ha già dimostrato di essere un maestro del nostro calcio.
18.10.2020 09:45 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico De Luca
Lazio, per Cucci è Inzaghi il vero Maestro e non Pirlo: "Lavora con Tare e Lotito..."

Perché Pirlo deve essere il Maestro e Inzaghi no? Forse se c'è un Maestro, è proprio Simone e non certo Andrea, alle sue prime uscite da allenatore. Ha risposto a questa domanda il giornalista Italo Cucci, spiegando le qualità del tecnico della Lazio, per lui un esempio da prendere in seria considerazione nel calcio italiano. I tempi di quando Pirlo e Inzaghi giocavano sono passati e non c'entrano più niente con il presente, che dice altro. "Il bravo Maestro studia i suoi alunni e li plasma, insegna loro come si studia e cosa. Non cambia classe o richiede che gliela cambino" analizza Cucci sulla rassegna di Radiosei. "Vengo al Maestro (dal mio punto di vista) dimenticato: Simone Inzaghi. Vinti diversi titoli in Primavera. Vinti altri titolini (secondo la vulgata) in serie A. Lavora con Lotito e Tare (già questo un grande merito). Ha chiesto 3 giocatori: Immobile, Acerbi, Lazzari. Quest’anno ha aggiunto Fares. Poi, ha avallato due acquisti Muriqi e Hoedt. Poi ha rigenerato e messo nei posti giusti dei grandissimi calciatori. Se non era per il Covid, avrebbe lottato fino all’ultimo per lo scudetto rischiando pure di vincerlo. Ricorda la classifica al momento dello stop (si rivolge al lettore, ndr)? Quindi vengo alla domanda: perché non lo considera almeno al livello degli altri due (Gasperini e Mancini, ndr)?". 

Lazio, la prima di Tuttosport: "Lotito pensa ad Allegri dopo il flop con la Samp"

RIVIVI LA DIRETTA - Inzaghi in conferenza: "Avrei cambiato tutti. Ora resettiamo" 

Torna alla home page