Salernitana: i tempi per la cessione stringono, ma c'è una soluzione alternativa

Claudio Lotito e il cognato Mezzaroma studiano una soluzione per la gestione della Salernitana dopo la promozione in Serie A.
13.05.2021 09:30 di Leonardo Giovanetti Twitter:    Vedi letture
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
Salernitana: i tempi per la cessione stringono, ma c'è una soluzione alternativa

La storica promozione in Serie A della Salernitana potrebbe costare il club campano a Claudio Lotito che, secondo l'articolo 16 bis delle Noif, non può essere proprietario di due società nella stessa categoria. I tempi per la cessione, tra l'altro, stringono ed è difficile trovare un compratore disposto ad investire 70-80 milioni in poco tempo. Il motivo sul perché si è voluto attendere prima di intavolare le trattative per una eventuale cessione è presto dedotto: con la promozione nella massima serie, il valore della Salernitana si è almeno triplicato. 

SOLUZIONI - Il patron della Lazio non ha scampo ma, stando a quanto riportato dalla rassegna stampa di Radiosei, starebbe pensando ad una soluzione alternativa. Si tratta di conferire la proprietà della Salernitana in un trust, con la nomina di un trustee che diventerebbe proprietario del club con l'incarico di venderlo entro 3 o 5 anni o di gestirlo per poi trasferirlo. In tal caso, beneficiari di questo trust potrebbero essere anche parenti di Lotito. 

Lazio - Parma, le pagelle dei quotidiani: Muriqi spreca, Immobile risolve. Super Strakosha

FORMELLO - Lazio, occhi su Milinkovic: il Sergente ci prova

TORNA ALLA HOME PAGE