RIVIVI DIRETTA - Lazio, Sarri: "Voglio una squadra incazzata! Le mie sensazioni..." - VIDEO

05.03.2024 07:25 di Niccolò Di Leo Twitter:    vedi letture
RIVIVI DIRETTA - Lazio, Sarri: "Voglio una squadra incazzata! Le mie sensazioni..." - VIDEO

Archiviato il campionato, dopo la sconfitta contro il Milan, la Lazio torna a pensare alla Champions League. Nella serata di domani, alle 21.00, i biancocelesti saranno ospiti del Bayern Monaco nella partita valida per il ritorno degli ottavi di finale. Partendo dal risultato di 1-0 dell’andata, la squadra di Maurizio Sarri sarà chiamata all’impresa di difendere il vantaggio e assicurarsi uno storico accesso ai quarti. In conferenza stampa, direttamente dalla pancia dell'Allianz Arena, il tecnico interverrà presentare la gara.

La sua emozione nel vivere un appuntamento con la storia?

"Non ho grande emozioni. Qui bisogna arrivare coraggiosi e determinati. La partita sarà durissima, ne siamo consapevoli. Questo ci deve dare spirito di sacrificio e capacità di sofferenza. Nel calcio tutto è possibile. Non dobbiamo essere emozionati, ma incazzati"

Venite da due sconfitte, ma da due prestazioni diversi. Firenze un incidente di percorso?

"Non penso che ci sia qualcosa che non funziona, ma giochiamo tanto. Contro il Bologna abbiamo pagato il secondo tempo, a Firenze siamo arrivati stremati. Partite come quelle di domani ci danno esperienza. Per diventare sempre competitivi bisogna fare un percorso, ma non lo siamo ancora. Nell'ultimo periodo ho avuto delle sensazioni positive, abbiamo gli stessi difetti, ma continuo a vedere cose positive. Ho la sensazione che qualcosa sia cambiato nel gruppo".

CLICCA QUI PER IL VIDEO

Dovete inseguire voi o farete voi il gioco?

"La strada più semplice per la qualificazione non esiste. Loro hanno una qualità smisurata e come tutte le squadre con giocatori di grandi qualità hanno facilità nel trovare il gol. Dobbiamo soffrire e morire nella fase difensiva, ma avere anche il coraggio di fare gol".

Perché non abbiamo saputo un pensiero contro il Milan?

"Abbiamo fatto una grande partita, senza mai andare in sofferenza. Prima e dopo il gol abbiamo sfiorato la rete con Immobile. Fino all'1-0 non abbiamo mai subito. Abbiamo ingoiato un boccone amaro, ora spero che questo si trasformi in cattiveria".

E' contento di ricominciare dopo venerdì? Cosa vuole dire ai tifosi che saranno qua domani?

"Ringrazio i tifosi di essere venuti e spero si facciano sentire, così come spero che possano tornare a casa meno incazzati di come eravamo tutti venerdì sera".

CLICCA QUI PER IL VIDEO

Si aspetta qualche cambio nel Bayern?

"Kimmich terzino e Davies che torna titolare sono cambi che ci possono stare. Il tedesco può fare otto ruoli con grande qualità. Chiunque giochi sono una squadra di grande qualità, questo è palese. Hanno anche giovani di grande livello qualitativo, quindi non ci preoccupiamo dei singoli".

Quanto è importante una prestazione fisicamente e qualitativamente di livello?

 "A livello di numeri fisici sto tranquillo, anche se non sono tutto. Io posso correre di più dell'avversario, ma se lui va 36 all'ora in una situazione decisiva vincono loro. Speriamo che ci lascino degli spazi, visto che attaccano con tanti giocatori. Possono fare male in ogni momento, ma qualche spazio lo lasciano. Dobbiamo essere bravi a uscire dalla prima linea di aggressione".

Questa partita dirà qualcosa anche per il calcio italiano?

"Il calcio italiano ha passato un periodo di difficoltà, ma se guardo le partite degli altri campionati non mi sembra che la Serie A sia peggiore. Siamo un gradino sotto la Premier, ma no mi sembra rispetto agli altri. E' chiaro che vi sono campionati che esprimo calcio di otto livello, ma quello medio non penso abbia niente da invidiare. Poi tra noi e il Bayern è normale che ci sia dislivello".

CLICCA QUI PER IL VIDEO

Le condizioni fisiche della squadra? Cosa rappresenterebbe raggiungere i quarti nel suo percorso?

"Abbiamo dei giocatori che vengono da un periodo di inattività, il recupero non era di ottimo livello. Vecino e Zaccagni sono oggi due giocatori da spezzone da partita, in attesa di poterli allenare a fondo, anche se oggi fare allenamenti seri è impossibile, così come avere delle sensazioni sul recupero. Sul percorso in Champions? Pensiamo all'ora e mezzo da giocare contro di loro, se va male ti dico quanto sono incazzato, se va bene quanto sono soddisfatto".

CLICCA QUI PER IL VIDEO

Pubblicato il 4/03