Garlini: "La Lazio deve solo cambiare mentalità. Luis Alberto? Non va sostituito, ha bisogno di tempo"

29.08.2018 18:02 di Annalisa Cesaretti Twitter:   articolo letto 8414 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
Garlini: "La Lazio deve solo cambiare mentalità. Luis Alberto? Non va sostituito, ha bisogno di tempo"

"La Lazio è una squadra costruita per vincere". Oliviero Garlini ne è convinto e vuole che anche Inzaghi e i suoi ragazzi se ne possano rendere conto. Perchè, come ha sottolineato ai microfoni di Lazio Style Radio, ai biancocelesti serve "entrare in un’ottica diversa rispetto a quella dello scorso anno". L'ex attaccante crede che "sia l’allenatore che i suoi ragazzi debbano capire che quest’anno è importante riuscire a dare di più".
"In base a quello che ho visto nelle prime due partite di campionato penso che al momento sia necessario migliorare nei disimpegni e negli inserimenti, perché anche i migliori fanno fatica", ha continuato. "Poi bisogna prestare attenzione a chi far scendere in campo, nel senso che è giusto iniziare a valutare anche le opzioni offerte dagli innesti arrivati nel mercato estivo. Faccio un esempio: potrebbe essere che quest’anno anche uno come Parolo, un senatore, possa trovare meno spazio. Sia chiaro, a me Parolo piace tantissimo, ma adesso la Lazio ha delle alternative ed è giusto sfruttarle. Per esempio Berisha lì può fare davvero bene. Ma quello dei cambi non è un discorso che vale per tutti: non puoi lasciare in un angolo Luis Alberto. È un giocatore che ha bisogno di considerazione, deve giocare per riprendere la fiducia di sempre”.

DUE SCONFITTE – “Il rammarico vero è sulla prima partita, a mio parere, perché la Lazio era all’altezza di quel Napoli. L’anno scorso la Lazio riusciva a gestire meglio il risultato e pensavo che sarebbe riuscita a farlo anche in quella partita. Invece si è lasciata andare, ecco perché dico che è una questione di mentalità. Contro la Juventus, invece, ho visto una squadra che non ci ha creduto fino alla fine e questo fa pensare”.

COSA SERVE ADESSO - "Domenica è importantissimo portare a casa il risultato pieno. Quando non riesci a trovare la vittoria ti pesa e mentalmente cominci ad accusarne. Quando invece muovi la classifica riesci a riacquisire l'atteggiamento giusto”.