Lazio, la sosta non aiuta: il rinnovo di Inzaghi resta congelato

Nonostante la sosta difficilmente si arriverà a una svolta per il rinnovo del tecnico. Il patron biancoceleste sarà impegnato nei processi sui tamponi.
24.03.2021 07:20 di Nicolò Savini Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio, la sosta non aiuta: il rinnovo di Inzaghi resta congelato

Poteva essere una sosta “benedetta”, ma a meno di clamorose sorprese, non lo sarà in casa Lazio per quanto riguarda la questione legata al rinnovo di Simone Inzaghi. La trattativa è rimasta congelata, dopo la proposta di Lotito composta da un triennale a 7,5 milioni di euro, con bonus legati a piazzamenti fino ad arrivare a 11. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, il tecnico piacentino si sarebbe aspettato un riconoscimento maggiore come ricevuto dai top player in rosa, pensando che la società avesse fatto il passo decisivo molto tempo fa. Così come Lotito avrebbe voluto ricevere un'adesione spontanea dal tecnico a una proposta mai fatta prima a nessun allenatore. 

SCENARI – Difficilmente la sosta aiuterà i due a incontrarsi, viste le questioni processuali che Lotito affronterà in prima persona. Inzaghi aspetterà almeno fino a metà aprile, dando priorità alla Lazio. La Fiorentina sarebbe pronta a offrirgli 4 milioni, si parla di un incontro avvenuto già invece con De Laurentiis, mentre la Juve non è mai stata un'ipotesi concreta. In casa Lazio si fanno i nomi di Gotti, Gattuso e Mihajlovic come eventuali sostituti, ma la partita per il rinnovo con Inzaghi resta aperta a tutti i possibili scenari. 

Pubblicato 23/03/21

Futuro Lazio, sarà rivoluzione? Lotito riflette su Tare e Inzaghi e spunta un'idea...

Diritti tv, due club cambiano fronte: a un passo il sì a Dazn

TORNA ALLA HOME PAGE