LE PAGELLE - Strakosha, dove ti metti? Caceres annaspa, Immobile lotta da solo

pubblicato il 29/9/2018 alle 17.00
30.09.2018 06:59 di Carlo Roscito Twitter:   articolo letto 32048 volte
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
LE PAGELLE - Strakosha, dove ti metti? Caceres annaspa, Immobile lotta da solo

STRAKOSHA 5: Con il posizionamento sulla punizione di Kolarov cancella le belle parate che avevano tenuto la Lazio inizialmente in piedi: si piazza quasi dietro la barriera, una scelta incomprensibile visto che il tiro è dal limite e bisogna soprattutto coprire il proprio palo. Un errore madornale. E una mezza incertezza lo è pure la mezza uscita sull’1-0 romanista. 

LUIZ FELIPE 6: Monumentale su Florenzi: un intervento alla Nesta, disperato per quanto efficace. Salva un gol fatto con la prontezza impeto e spavalderia. Già in precedenza aveva sbrogliato in un paio di uno contro uno. Sfortunato protagonista del contrasto con El Shaarawy: è un pizzico in ritardo e non riesce a sventare l’ultima situazione del primo tempo. Si perde Fazio sul calcio piazzato del 3-1. 

ACERBI 5: Dzeko gli fa passare un brutto pomeriggio. Così in difficoltà, dal suo arrivo a Roma, non si era mai visto: trova pochi anticipi, di testa soffre parecchio, come in occasione del lancione lungo che l’attaccante giallorosso spizza all’indietro per l’inserimento dei compagni. 

CACERES 4.5: Scelto a sorpresa al posto di Wallace. Non ripaga però la fiducia: il suo tentativo di rinvio col sinistro è goffo e scoordinato, la palla resta lì per Pellegrini a porta vuota. Gara superficiale, Florenzi lo scherza nella ripresa. Aveva una chance importante, la migliore possibile, non l'ha sfruttata per niente. 

MARUSIC 5.5: Qualche galoppata e nulla più. Nel primo tempo spara alto una palla comoda da dentro l’area di rigore. Impensierisce poco Kolarov e viene messo in mezzo quando il serbo si sovrappone in proiezione offensiva. 

PAROLO 6: Deve fare un lavoraccio per ripiegare sulle continue ripartenze giallorosse. Si sacrifica con la solita generosità, un paio di volte almeno si oppone con il corpo su bordate da fuori area. 

Dal 63’ BADELJ 5.5: Mezzora in campo con il doppio mediano per recuperare lo svantaggio. Cerca di garantire copertura e allo stesso tempo i rifornimenti alla batteria dei trequartisti. Commette il fallo che porta al 2-1. Però era necessario.

LEIVA 6: Copre per tutti, protegge le spalle a una Lazio spesso troppo sbilanciata. Regge quanto può, ma si infilano veramente da tutte le parti. 

MILINKOVIC 5: Da lui, è chiaro, ci si aspetta sempre qualcosa in più. Dalla trequarti in su il suo strapotere tecnico e fisico non si vede, viene neutralizzato. 

LULIC 6: Garantisce dinamismo sulla fascia, la spinta che serve per impensierire la Roma da quella parte. L’impegno non manca mai. Non è sempre incisivo, però non molla, ci prova e riprova. Esce quando Inzaghi mette dentro la seconda punta.v

Dall’80’ CAICEDO sv

LUIS ALBERTO 4.5: Sul destro la prima occasione: la sbaglia. Sul destro pure la seconda: la risbaglia. Gli scambi al limite dell’area: idem. Non è proprio la sua giornata, il suo derby, la sua partita. Sembra proprio non avere forza nelle gambe. Sbarella quando c’è la possibilità di fare male. Scarichissimo. 

Dal 53’ CORREA 6: Qualcosa in più rispetto a Luis Alberto la fa sicuramente. Niente di eccezionale eh, però dimostra di aver il cambio di passo e non ha paura di puntare l’uomo. 

IMMOBILE 6.5: Prima o poi ti colpisce. Scappa alle spalle della difesa, la pressa, alla fine spinge Fazio all’errore in pressing. Fulmina Olsen con il destro, era il gol che aveva riacceso le speranze. Gioca col veleno agli occhi e forse anche per questo a volte gli si annebbia la vista. 

ALL. INZAGHI 5: Di Francesco vince la partita a scacchi. La carica agonistica e l’ordine in campo resistono 25 minuti: poi la Roma dà l’impressione di poter fare male ogni volta che supera il centrocampo. Nella ripresa c’era stata la reazione, purtroppo il crollo è arrivato immediatamente dopo, sul più bello, inspiegabilmente. 

ROMA (4-2-3-1): Olsen 6; Santon 6, Manolas 6.5, Fazio 6, Kolarov 7; De Rossi 6.5 (Cristante 6.5), Nzonzi 6.5; Florenzi 6.5 (Juan Jesus sv), Pastore 6 (Pellegrini 7.5), El Shaarawy 6; Dzeko 6.5. All. Di Francesco 6.5.