LIVE - Calciomercato Lazio, si studia il riscatto di Pedro Neto. Cremonese su Minala

Pubblicato il 15/01 alle ore 9
15.01.2019 15:10 di Francesco Bizzarri Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
LIVE - Calciomercato Lazio, si studia il riscatto di Pedro Neto. Cremonese su Minala

AGGIORNAMENTO ORE 15.10 - Non ci sono solo sirene straniere per Joseph Minala, centrocampista della Lazio. Secondo quanto riportato da Tuttosport l'ex Salernitana sarebbe un nome nuovo per la Cremonese. Sul camerunese ci sono anche le mire di CSKA Sofia, Sigma Olomuc e Viktoria Plzen.

AGGIORNAMENTO ORE 12.40: Sulle orme di Martìn Caceres non ci sono solo Parma e Bologna. L'ultima squadra ad interessarsi al giocatore uruguaiano sembra essere il Milan che, dopo l'infortunio di Caldara, cerca un'operazione low cost per la difesa. 

Sempre calda la linea telefonica Tare-Mendes. Sul tavolo, dopo gli incontri a Dubai, c’è il riscatto di Pedro Neto. Il baby portoghese, dopo un anno e mezzo di Lazio, ha debuttato in Coppa Italia. Il ds biancoceleste ci ha sempre creduto paragonandolo a Dybala. Come riporta la rassegna di Radiosei, in estate ci sarà da pagare il riscatto obbligatorio. Pedro Neto e Bruno Jordao (altro giovane portoghese sbarcato a Formello), entrambi arrivati nell’estate 2017 e portati da Mendes. Il prestito biennale scadrà a giugno e deve ancora essere pagato dalla Lazio per un importo complessivo di 11,5 milioni di euro non ancora presenti in bilancio. Il riscatto è obbligatorio, le cifre erano da concordare a causa dei premi, ecco perché Tare e Mendes ne stanno parlando. In soldoni, Pedro Neto costerà 12 milioni alla Lazio (7,5 per il prestito e 4,5 per il riscatto).

USCITE - Nulla si muove. Per Patric non c’è fretta: qualora non dovessero arrivare offerte, se ne riparlerà a giugno con più calma. Da verificare la posizione di Wallace, ci sono stati dei ragionamenti con il suo procuratore Mendes. Su Badelj, dopo l’idea Roma, potrebbe esserci il Villarreal, anche se dalla Spagna piovono smentite.