De Luca: "Lazio, esprimi il miglior gioco del campionato! E con Milinkovic in forma..."

30.11.2019 09:30 di Leonardo Giovannetti Twitter:    Vedi letture
De Luca: "Lazio, esprimi il miglior gioco del campionato! E con Milinkovic in forma..."

La Lazio continua a vincere. Un terzo posto in solitaria in campionato, situazione più difficile invece in Europa League. Dopo la vittoria con il Cluj, la squadra di Inzaghi dovrà affrontare l'Udinese e poi la Juventus. In esclusiva ai nostri microfoni, ha commentato il momento biancoceleste il conduttore radiofonico e televisivo Massimo De Luca.

EUROPA LEAGUE - "Faccio una premessa, per me la Lazio esprime a livello estetico il miglior gioco del campionato. Poi tra il livello estetico e il conseguimento dei risultati c'è sempre differenza. Però per quanto riguarda la qualità di gioco è collaudata. Con il Cluj era una partita particolare sotto tanti punti di vista. In campo sono scesi tanti giocatori non titolari, Inzaghi ha testato alcuni interpreti ricevendo anche risposte positive. Chiaramente sono situazioni insolite, la Lazio non aveva più niente da perdere e forse ha giocato più libera di mente. Non ha dominato, ha anche rischiato qualcosa. I tre punti in ogni caso tengono in piedi le speranze di qualificazione. Il rimpianto sono le altre partite, forse proprio per il turnover eccessivo. Sono state gettate al vento occasioni, ora i biancocelesti sarebbero stati già qualificati. La Lazio è più forte delle altre compagini del girone, ma non è andata come ci si aspettava. Effettuare tanti cambi alla fine si paga, la Lazio non è la Juventus. Sono convinto però che se la giocherà fino alla fine".

ADEKANYE - "Non lo conoscevo, mi ha sorpreso contro il Cluj. Sicuramente deve maturare, ha solo 20 anni. Però ha veramente tanti numeri, buona tecnica. Giocatore interessante".

IL CAMPIONATO - "La prossima partita sarà con l'Udinese, sulla carta la Lazio deve vincere. Però sappiamo che è il campo a parlare, non si batte l'avversario il giorno prima. Quello che mi ha colpito in questo campionato, è la tenacia con cui i biancocelesti inseguono il risultato. Sono già tre o quattro partite che gli uomini di Inzaghi fanno gol all'ultimo portando a casa punti importanti. Questo è un'indicazione molto positiva, significa che la squadra non si accontenta ed esprime grinta. Significa anche avere una buona preparazione fisica. Questo è fondamentale per una corsa alla Champions League che fino a qualche settimana fa sembrava proibitiva. Invece alcune situazioni possono facilitare il percorso, penso al Napoli e all'Atalanta che hanno buttato via punti importanti. Con questo tipo di gioco la Lazio può agguantare la qualificazione nell'Europa che conta".

LA SUPERCOPPA - "La Lazio può vincere. Inevitabilmente la favorita resta la Juventus, però non dimentichiamo che anche i bianconeri in questo periodo vincono con gran fatica. Fanno risultato, ma non convincono, non schiacciano gli avversari. Le partite restano aperte spesso fino alla fine. Se la Lazio giocasse una sfida senza troppi timori reverenziali credo che possa farcela. Sarà una gara aperta, molto dipenderà dai talenti delle due squadre. Se i giocatori della Juventus dovessero offrire una prestazione ai massimi livelli, certo sarà dura".

I SINGOLI - "Sicuramente sul piano della manovra, dell'intuizione e dei tempi Luis Alberto rimane insostituibile. Immobile segna tanto, potrebbe stabilire il record dei gol in Serie A. Ma la sua vena realizzativa è legata a quello che arriva alle sue spalle, e con lo spagnolo è tutto più facile. Senza togliere nulla a Immobile, Luis Alberto è al momento il più importante. Ricordiamo che Milinkovic non si sta esprimendo al massimo del suo potenziale. Questo fa capire quanto questa squadra possa essere forte. Se cresce anche il serbo, la forza complessiva della rosa diventa notevole".

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge