Lazio, Calisti: "Con quelle dichiarazioni Ranieri è caduto in basso. Champions? Io ci credo"

04.05.2019 10:00 di Leonardo Giovannetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi
Lazio, Calisti: "Con quelle dichiarazioni Ranieri è caduto in basso. Champions? Io ci credo"

Impegni di assoluta importanza per la Lazio: quattro partite di campionato, una finale di Coppa Italia da giocare. La lotta Champions League è serrata più che mai, i biancocelesti dovranno gestire le forze per non perdere terreno. Ai microfoni de Lalaziosiamonoi.it, è intervenuto l’ex Lazio Calisti per fare una panoramica su questo finale di stagione.

ATALANTA -Mi aspetto una grande prestazione da parte della Lazio, non bisogna mollare niente. È vero che c’è una finale da giocare, ma la Champions League è ancora possibile. Chi è davanti non ha partite facili, i biancocelesti devono vincere. Potrebbe giocare Marusic a sinistra con Romulo a destra, è una soluzione che si può adottare. Forse sposterei Romulo a sinistra in quanto ha qualità migliori. Mi lascia invece un po’ perplesso la possibile esclusione di Correa: lui è quello che crea superiorità numerica, salta l’uomo. Immobile sta facendo di tutto per tornare al top ma fatica, non riesce a fare gol. Non è al meglio, avrei preferito Caicedo - Correa inizialmenteLa Lazio deve lottare su tutti i fronti, si rischia di rimanere con un pugno di mosche in mano. Ovviamente l’allenatore penserà alla finale di Coppa Italia, nella gestione della gara potrebbe fare dei cambiamenti anche in quest’ottica. Bisogna giocare queste ultime partite per vincerle, non sarà facile ma è possibile”.

FAVORITA CHAMPIONS -Per i valori dimostrati dovrebbe spuntarla l’Atalanta, se lo meriterebbe. Da tifoso della Lazio spero che i biancocelesti ce la facciano. Ci sono tante partite incrociate che possono cambiare questo finale di campionato. Molte dovranno affrontare la Juventus, che potrebbe essere l’arbitro della corsa Champions League. I bianconeri vorranno finire al meglio questo campionato e non regaleranno nulla: spero possano darci una mano in questo senso”.

RANIERI - Dichiarazioni fuori luogo, stiamo parlando di un allenatore e non di un tifoso. È chiaro che se lui vuole fare il tifoso parliamo di un’altra cosa. Non me l’aspettavo, l’ho sempre reputata una persona seria e rispettosa, mi lascia perplesso il fatto che sia caduto così in basso. È chiaro che ci saranno dei provvedimenti, non è bello per il calcio che un tesserato rilasci delle dichiarazioni così forti. Poi ci sono state molte situazioni anche dall’altra parte assolutamente discutibili negli anni passati. Penso che che Ranieri abbia il dovere di pensare alla propria squadra, non agli altri”.

LE DICHIARAZIONI DI RANIERI

LAZIO, PARLA CANIGIANI

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOMEPAGE

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge