Calciomercato da record, ecco come Sarri e Lotito hanno cambiato la Lazio

Quindici acquisti in dodici mesi e tre sessioni di mercato che hanno rivoluzionato la rosa biancoceleste dopo l'addio di...
02.08.2022 07:25 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    vedi letture
Calciomercato da record, ecco come Sarri e Lotito hanno cambiato la Lazio

CALCIOMERCATO LAZIO RASSEGNA STAMPA - La missione non era semplice. L'addio di Simone Inzaghi e la scelta di sposare il progetto Maurizio Sarri costringeva la Lazio a stravolgere principi, mentalità e soprattutto la rosa. Lo zoccolo duro che per cinque anni e mezzo era stata l'anima di Formello andava smembrato e ricostruito. Tanti i giocatori chiamati a salutare perché con l'aquila sul petto avevano già dato tutto quello che avevano. Una missione difficile che Lotito e Sarri hanno reso possibile. "Non si può fare tutto in una sessione di calciomercato" ha ripetuto il mister nella passata stagione. Il presidente, però, ci è andato vicino visto che ci ha messo due sessioni con in mezzo un gennaio che ha portato in dote il solo Kamenovic, per la verità già bloccato dodici mesi prima. Sono quindici in totale i nuovi acquisti sbarcati a Formello che hanno cambiato la rosa biancoceleste. Come sottolinea la consueta rassegna stampa di Radiosei, una vera innovazione e un cambio di marcia rispetto al passato. Su una cosa tutti concordano: nello spogliatoio c'era bisogno di aria nuova. Il mister ha ora a disposizione maggiori soluzioni e calciatori più adatti al suo modulo. 

Nella passata stagione, uno dopo l'altro, sono sbarcati Hysaj, Felipe Anderson, Luka Romero, Basic, Pedro e Zaccagni. Una prima infarinatura, ma il grande passo è arrivato quest'estate con Marcos Antonio, Cancellieri, Casale, Gila, Romagnoli, Maximiano, Vecino e Provedel. Per gli ultimi due manca l'ufficialità, ma il sudamericano sta svolgendo le visite mediche mentre per il portiere manca il sì di Dragowski asllo Spezia che sbloccherebbe l'effetto domino. A questi si aggiungono i rinnovi di Patric e Radu, fortemente voluti dal tecnico biancoceleste. Insomma facce e muscoli nuovi che permettono a Sarri di avere a disposizione tante opzioni e due squadre da alternare tra campionato e coppe. Da qui alla fine del mercato i tifosi sognano la ciliegina sulla torta che potrebbe arrivare qualora qualche esubero pesante salutasse la Capitale. Il terzino sinistro di piede mancino  e il vice Immobile sono i ruoli ancora vacanti. 

Pubblicato il 1/07