Lazio, Fascetti dà consigli tattici e di mercato: il quarto posto è possibile...

La Lazio di Fascetti, la banda del -9, è rimasta nel cuore di tutti i tifosi biancocelesti. Oggi il mister è tornato a parlare della squadra di Inzaghi.
09.09.2019 08:45 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Lazio, Fascetti dà consigli tattici e di mercato: il quarto posto è possibile...

Serve solo nominarlo, Eugenio Fascetti, per scatenare nei tifosi della Lazio brividi biancocelesti. L'ex allenatore è diventato un gigante della storia laziale con il gruppo che in quasi 120 anni è stato il più vicino al baratro. Un paradosso da Lazio: non a caso la squadra del cuore del mister di Viareggio, che quest'oggi ha rilasciato alcune dichiarazioni a tinte biancocelesti. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, Fascetti si è detto ottimista sulle possibilità della rosa di Inzaghi. La Lazio ha iniziato alla grande il campionato - con la Samp avrebbe potuto dilagare, nel derby ha avuto sfortuna - ma deve diventare più matura nei momenti cruciali delle partite. Il guaio sarebbe quello di ripetere i blackout delle scorse stagioni: “Il gioco dei biancocelesti è bello, irresistibile quando si sviluppa in contropiede. Ma nel calcio bisogna anche saper difendere. Il problema è che non si possono reggere certi ritmi per 90 minuti, ogni tanto bisogna fermarsi a respirare”. Per questo una delle maggiori critiche al mercato della società è quella di non aver portato a Roma un difensore di livello internazionale.

GLI OBIETTIVI - Lazzari, invece, per Fascetti è un colpo formidabile. Così come la permanenza di Milinkovic e Luis Alberto che, insieme a Leiva e Parolo, formano - parola d'allenatore - un centrocampo fortissimo, ottimo sia in fase di interdizione che di costruzione del gioco. Fino al gol. Gol che arriveranno sicuramente dai piedi di Immobile e Correa (“Devastante”). E al suo collega Inzaghi dice: “Ha fatto bene a restare. A questa Lazio manca solo un acquisto di livello internazionale per tornare quella dei tempi di Cragnotti”. Ecco quindi che per quella Champions League sfiorata per due anni consecutivi, questa potrebbe essere la volta buona. L'importante? Vincere le prossime due partite contro Spal e Parma per arrivare allo scontro con l'Inter in buona posizione. È sulle partite più semplici sulla carta, da vincere anche con un sofferto e brutto 1-0, che si fonda il raggiungimento di obiettivi importanti. E se a dirlo è Eugenio Fascetti, il tifoso laziale può crederci ciecamente.

LAZIO, IMMOBILE CREDE NEL QUARTO POSTO

LAZIO A TRAZIONE ANTERIORE

TORNA ALLA HOMEPAGE