Lazio - Udinese, Sarri: "Era fallo su Zaccagni. A gennaio ci servono rinforzi"

04.12.2021 07:26 di Alessandro Menghi Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio - Udinese, Sarri: "Era fallo su Zaccagni. A gennaio ci servono rinforzi"
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Sarri a Sky dopo il 4-4 della Lazio contro l'Udinese: "Abbiamo preso il pareggio su punizione per noi, Zaccagni è stato palesemente trattenuto per il braccio. Ci rimane l’amaro in bocca, eravamo ancora malati dal disastro di Napoli, siamo andati in confusione. Dopo il vantaggio nostro la partita sembrava morta e invece abbiamo preso il pari. Ci sono aspetti positivi e negativi. Sono soddisfatto della reazione del secondo tempo, abbiamo dimostrato carattere. Nel primo invece eravamo in confusione. Di reazioni non se ne dovrebbe avere bisogno, servirebbe continuità e invece a volte siamo vuoti e scarichi. È vero che giocare di giovedì ci può dare problemi, ma spesso siamo stati attivi mentalmente. Oggi no e questo ci costringe a reagire. Non siamo squadra sempre e stiamo sbagliando troppo nella fase difensiva, e non riguarda solo la difesa. Stiamo pagando tutto quello che sbagliamo e questo è da sistemare, una squadra che non ha solidità poi diventa anche sfortunata. Il mio lavoro? Ci sono ancora tante difficoltà, a volte sembra che abbiamo appreso i concetti e poi la partita dopo dimostriamo il contrario, non siamo ancora squadra. Stasera durante il riscaldamento erano attivati, poi la confusione c’è stata nel primo tempo, ma all’intervallo avevo la sensazione che potessimo ribaltare la situazione perché stasera la squadra l’ho vista attivata. Rinforzi a gennaio? Dipende dalla società, è chiaro che noi abbiamo bisogno di qualche operazione, che sia importante o un giovane. Qualcosa però va fatto, non so se in due o tre mercati, dipenderà dalla società. Però la verità è che qualcosa ci serve".

Il tecnico della Lazio ha parlato anche ai microfoni di Dazn: "Abbiamo fatto un primo tempo in confusione, eravamo attivati ma in confusione, poco ordinati. Volevamo reagire a quanto fatto a Napoli nella prima mezz’ora. Abbiamo avuto una bella reazione, rimane il rammarico per il pareggio subìto al 97’ in una situazione in cui non capisco perché non è stato dato fallo a noi visto che è stato trattenuto prima Zaccagni. Poteva essere un bel segnale per tutto il gruppo, non siamo stati neanche fortunati. Se non troviamo solidità essere sfortunati diventa facile. Che noi abbiamo momenti illogici è palese, siamo una squadra istintiva e umorale e stiamo cercando di arrivare a ragionare. Bisogna mantenere certe posizioni sotto la linea della palla sennò la fase difensiva diventa tutta di rincorsa, i primi 20 minuti sono stati tutti così. È un problema che abbiamo, frenare questi giocatori e farli stare sotto la linea della palla è complesso perché per istinto vanno sopra e ci vanno in troppi. Poi sulle palle perse ci tocca correre all’indietro, stasera avevamo anche un gap fisico con questa squadra. Intervallo? Il tono era di uno arrabbiato perché non ho visto l’ordine che avevo chiesto. C’erano però i margini per rimetterla a posto, i ragazzi erano convinti, poi è inutile parlare un quarto d’ora nell’intervallo, bastano 3 minuti".

Il tecnico biancoceleste ha analizzato il match anche ai microfoni di Lazio Style Channel: "Ci rimane un po’ di rabbia perché secondo me il fallo era a nostro favore. A me dalla panchina sembrava palese che andasse al tiro Arslan. Non è uscito nessuno. Si poteva fare una barriera a uno e mettere un uomo al limite dell'area. Dopo il gol di Acerbi sembrava sotto controllo. Poteva essere la partita della svolta. Nel primo tempo volevano rimediare agli errori di Napoli e abbiamo fatto confusione per fortuna dopo abbiamo avuto una buona reazione. C’era fretta di riprendere la partita. Con gente fisica e veloce che hanno loro è stata difficile. Non ho visto una squadra disattivata come a Napoli. Hysaj? Nelle giovanili dell’Empoli è cresciuto come centrale. È uno che lo fa bene. Gli manca un po’ di fisicità ma si trova bene. Avevo visto Radu in buone condizioni negli ultimi allenamenti. Formazione iniziale? Doveva essere concessa a tutti di riscattare la partita di Napoli, non potevo cambiarne due o tre.  Stasera era giusto la giocassero questi giocatori. Se avremmo bisogno di cambi lo faremo domenica. Gol subiti? È un problema che ci tiriamo avanti dall’inizio. Difficile pensare sia colpa solo della linea difensiva. Il prima è colpa della linea. Gli altri due li abbiamo presi a campo aperto. Ci sono le responsabilità di tutti. Stato d’animo? C’è un po’ di rabbia perché il fallo non c’era, Zaccagni era davanti all’avversario ed è stato preso per un braccio. Mancavano tre secondi e se fischia punizione per noi avevamo vinto ed era benzina per noi. Adesso ci rimane solo la rabbia".

Pubblicato 02/12