Lazio - Benevento, Acerbi: "Non sono soddisfatto, che ci sia da lezione"

Dopo la vittoria sofferta contro il Benevento, il difensore biancoceleste ha commentato il match ai microfoni di Lazio Style Channel
19.04.2021 07:26 di Tommaso Marsili Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lazio Style Channel
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio - Benevento, Acerbi: "Non sono soddisfatto, che ci sia da lezione"

Soffrire fa parte del DNA della Lazio. Nonostante questo, la squadra biancoceleste è riuscita a conquistare i tre punti contro il Benevento e a continuare la cavalcata verso il quarto posto. Acerbi è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel per commentare la prestazione: "L'importante era vincere, poi Ciro è tornato al gol quindi siamo tutti felici. Non possiamo avere questi cali di concentrazione e rischiare così tanto. Non sono soddisfatto della prestazione, ma credo sia così anche per i miei compagni. Rimane la contentezza per aver vinto, ma c'è il rammarico per aver compromesso la gara dal punto di vista mentale. Che ci sia da lezione. Adesso siamo lì con una partita in meno, le altre continuano a vincere. Non sarà facile, non lo sarà nemmeno per le altre".

SPRINT FINALE - "Ogni partita sarà una finale per la Champions. L'importante è arrivare al quarto posto, dobbiamo fare più punti possibili per far sì che questo accada. Il calcio è strano, risultati sicuri non ci sono. Davanti abbiamo squadre importanti che sbagliano poco. Dovremmo sbagliare ancor meno noi".

CALO DI CONCENTRAZIONE - "Sul 3-0 è normale un calo di concentrazione, però è stato molto superficiale. Un ragionamento che ci può stare, si può gestire, ma quando c'è dafare gol bisogna buttarla dentro. Non possiamo rischiare di pareggiare".

PROSSIMO AVVERSARIO - "A Napoli ce la giochiamo, sappiamo che siamo forti anche se abbiamo sempre faticato con loro. Entrambe vogliamo andare in Champions".

NAPOLI-INTER - "Se guarderò il Napoli e tiferò Inter? Stasera sto con la famiglia e guarderò un film, mi voglio riposare. Le altre partite le vedo sempre il giorno dopo, quando rientro a casa stacco". 

Pubblicato il 18/04 alle ore 17:33