RIVIVI LA DIRETTA - Lazio, Inzaghi: "Da qui alla fine ci aspettano 18 finali"

27.01.2020 07:10 di Daniele Rocca Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
RIVIVI LA DIRETTA - Lazio, Inzaghi: "Da qui alla fine ci aspettano 18 finali"

E anche il derby di ritorno finisce 1-1. Al gol di Dzeko ha risposto Acerbi, con la Lazio che mantiene le distanze rispetto a Roma e Atalanta (ieri vittoriosa contro il Torino). Al termine del match il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, commenterà il match in conferenza stampa. Segui la diretta de Lalaziosiamonoi.it.

Deluso dalla squadra?

“La Roma è stata più brava di noi, è giusto ammetterlo. Bisogna vedere dove iniziano i meriti della Roma e dove finiscono i nostri demeriti. Mi aspettavo di più, però la Roma ha fatto una grande partita, ha vinto molti duelli individuali. Ho fatto i complimenti a Fonseca e ci teniamo stretto questo punto”.

Atteggiamento troppo passivo?

"Probabilmente è un momento in cui ci siamo abituati abbastanza bene, quindi ci teniamo questo pareggio. La Roma lo sapevamo che sarebbe venuta a pressarci, rispetto al solito abbiamo sbagliato tecnicamente, avevamo qualche giocatore non al meglio e quindi, soprattutto nel primo tempo, non riuscivamo a uscire con la solita pulizia da dietro. Speravamo che la Roma calasse nella ripresa invece non è successo e ha mantenuta una grandissima aggressività".

Le condizioni di Correa?

“Ha sentito un indolenzimento, c’è la speranza che sia un crampo. Mancava da 20 giorni, aveva giocato mezz'ora a Napoli, ma non c’erano i presupposti che accadesse questo. Aveva fatto bene negli ultimi tre allenamenti, lo avrei voluto cambiare insieme a Luis Alberto per Parolo e Caicedo. Però avevo già fatto il cambio di Patric e quindi ho aspettato altri cinque minuti perché con un infortunio avrei rischiato di giocare l'ultimo quarto d'ora in dieci”.

Come sarà la stagione da qui alla fine?

“Sarà un campionato intenso, dove ci saranno 18 finali. Sapendo che ogni partita avrà delle grandi insidie. Il mio augurio è quello di ritrovare tutti i giocatori, perché ho qualche calciatore fuori che mi può dare delle rotazioni. La prossima settimana avremo tre partite, compreso il recupero contro il Verona, i punti disponibili sono tantissimi, le altre quattro (Juventus, Inter, Atalanta e Roma) sono grandissime squadre. Dovremo stare molto concentrati sul nostro cammino da qui alla fine”.

La posizione di Under?

“Penso abbia fatto un’ottima gara, da quella parte è stato un pericolo dall’inizio alla fine".

Qualcuno ha dimostrato dei limiti dal punto di vista fisico e di personalità?

"In molti sono stati sottotono, dovrò rivedere la partita con attenzione, capendo dove vanno i nostri demeriti. La Roma ha tenuto un grandissimo ritmo per tutta la partita, hanno fatto un'ottima gara. Penso che sia la copia dell'andata: l'aveva riconosciuto anche mister Fonseca, probabilmente avremmo meritato più noi. Mi tengo il pari, il vantaggio sulla Roma, che è una squadra attrezzata. Si permette di fare tre cambi in corsa che sono Kolarov, Perotti e Pastore, con tanti giocatori fuori. Abbiamo sette punti di vantaggio con una partita in meno, sappiamo che abbiamo 18 partite da qui alla fine e farci trovare pronti già da domenica con la Spal qui all'Olimpico".

Pubblicato ieri alle 20