Lazio, Garlaschelli: “Immobile deve partire titolare. Inzaghi non lo cambierei”

Mancano poche ore alla finale di Coppa Italia, Renzo Garlaschelli ha le idee ben chiare su chi dovrà scendere in campo e sul futuro di Simone Inzaghi.
15.05.2019 15:48 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio, Garlaschelli: “Immobile deve partire titolare. Inzaghi non lo cambierei”

Renzo Garlaschelli, uno degli eroi del primo scudetto e per 10 anni colonna della Lazio, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3. Manca poco alla finale di Coppa Italia, tutti i pensieri e le energie sono volte a questa grande sfida: “Dovrebbe essere una bella partita, non vedo un favorito anche se dicono che l'Atalanta stia giocando meglio. Ma è una finale e la Lazio se la giocherà sicuramente. I nerazzurri vengono dati come favoriti perché stanno andando molto forte in questo periodo, ma secondo i bookmakers le quote sono alla pari quindi le squadre si equivalgono. In campionato contro di loro la Lazio ha fatto un buon primo tempo, poi però ha questi cali di tensione nella ripresa. Deve stare attenta e dosare le forze per tutti i 90 minuti. Fare un pronostico è difficile, secondo me rimane favorita la Lazio perché gioca all'Olimpico davanti al suo pubblico. Basta un gol per rovinare tutti i piani studiati in settimana. L'Atalanta arriva carica, ma prima o poi può anche sbagliare una partita e spero sia la volta buona. Lazio più esperta? Non conta tanto l'esperienza, a calcio vinci se giochi bene. I giocatori non hanno bisogno di essere caricati, sanno già l'importanza della partita, i biancocelesti sono anche abituati a giocare le grandi partite e stasera c'è in palio la stagione”.

IL MOMENTO DI ATALANTA E LAZIO: “L'Atalanta è più libera di mente, sta viaggiando sulle ali dell'entusiasmo e non ha niente da perdere: è la Lazio a giocarsi tutto nella finale. Ai nerazzurri toglierei Gomez, è un giocatore fondamentale per la Dea, anche se sono in tanti a essere veramente bravi. Ogni allenatore ha il suo metodo di allenamento, Gasperini lavora molto con i giovani e dal punto di vista atletico, mentre Inzaghi ha una squadra diversa e forse più forte negli 11 di partenza. Ma loro stanno meglio fisicamente e si presentano in 6-7 in area di rigore, hanno qualità. Contro la Lazio in campionato erano sotto ma hanno continuato a giocare, questo è un segnale di consapevolezza della propria forza. Nel calcio ci vuole anche un po' di fortuna, forse è il loro anno: sicuramente meritano di raggiungere la Champions League. Secondo me oggi non si va ai supplementari, sono due squadre votate all'attacco e quindi dubito finisca 0-0”.

LA FORMAZIONE:Essendo una partita secca forse è meglio far giocare i titolarissimi e non chi sta meglio, sarà una bella gatta da pelare per Inzaghi. Non sarà facile tenere fuori Immobile e Radu anche se non sono in un grande momento di forma. Caicedo ha fatto molto bene quest'anno, ma Ciro deve giocare per forza in una finale. Non sta facendo gol ultimamente e questo lo rende nervoso, ma si impegna sempre molto e io ci punterei sempre”. Infine Garlaschelli ha anche rilasciato una battuta sul futuri di Inzaghi: “ Simone sta lavorando molto bene, non credo che questa finale decida il suo destino. Guardandosi intorno alla Lazio non può arrivare nè Guardiola né Allegri, ci sono allenatori molto bravi è vero, ma Inzaghi rimane uno dei migliori in circolazione”.

LAZIO, ADEKANYE E' A ROMA

LAZIO, ORSINI IN ESCLUSIVA A LLSN

TORNA ALLA HOMEPAGE