Scudetto 1915, l’avv. Mignogna: “Domani il 100° dell’Ente Morale, le vere bandiere vanno ricordate”

01.06.2021 17:15 di Jessica Reatini Twitter:    vedi letture
Scudetto 1915, l’avv. Mignogna: “Domani il 100° dell’Ente Morale, le vere bandiere vanno ricordate”

L’avvocato Gian Luca Mignogna è intervenuto su Radio Incontro Olympia in occasione della ricorrenza che domani vedrà la Lazio festeggiare i 100 anni dalla nomina ad Ente Morale: “L’undici che aveva perduto una prima battaglia, con la perdita del titolo di campione laziale, non volle perdere la seconda; ed oggi oramai si fregia del titolo di campione dell’Italia centrale.Domani concorrerà con buona probabilità di vittoria al titolo per tutta l’Italia peninsulare, e, vincendo, noi abbiamo la certezza che oggi come oggi si ripresenta, la Lazio dimostrerà validamente il suo buon diritto all’onore di competere assieme alle più forti squadre dell’Alta Italia per il primato assoluto nel campionato”

“Questo stralcio letto da L’Italia Sportiva del 10 maggio 1915 ricorda come la settimana successiva la Lazio conquistò il titolo dell’Italia Centrale e dopo il declassamento della sfida tra Naples e Internazionale di Napoli anche il titolo centro-meridionale. Purtroppo la squadra di quei ragazzi che attendevano di giocare la finale nazionale fu “travasata” dai campi sportivi a quelli di battaglia. Onore e gloria per loro, in attesa dell’assegnazione ex aequo dello Scudetto 1915. Il presidente Ballerini convertì i campi utilizzati dalla Lazio, compresa la Rondinella, in orti di guerra e questo il 2 giugno 1921 portò la Lazio, unico club al mondo, ad essere eretta Ente Morale per Regio Decreto. Fu proprio per i meriti sociali, etici e patriottici di qeulla società del 1915, che domani potremo celebrare il Centenario dell’Ente Morale: penso che soprattutto di questi tempi sia fondamentale ricordare le vere bandiere della Lazio e a quel tempo la Lazio ne ebbe moltissime, che si sacrificarono completamente alla causa biancazzurra.”

QUI PER FIRMARE LA PETIZIONE

Calciomercato Lazio, prende quota l'idea Hysaj: ma dipende da Sarri...

Correa, una Copa America da conquistare e un futuro ancora da scrivere

TORNA ALLA HOME PAGE