La SpagnoLazio encanta: Patric e Luis Alberto stendono la Samp

08.05.2022 07:48 di Daniele Rocca Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
La SpagnoLazio encanta: Patric e Luis Alberto stendono la Samp
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Este Lazio me encanta. Il colpo di testa di Patric e il ricamo di Luis Alberto regalano i tre punti e un quinto posto in solitaria aspettando gli altri. Una partita insidiosa che la squadra di Sarri ha sempre avuto in mano, padrona del gioco e capace di creare azioni su azioni, pericoli su pericoli. L'avversario non era certo di livello, ma i biancocelsti hanno avuto il merito di non abbassare mai il ritmo e di rimanere concentrati anche in fase difensiva. Lo spettacolo dello Stadio Olimpico ha fatto il resto. Tanto, troppo amore rimasto inespresso per colpa delle politiche societarie contro il Milan. Il pubblico è tornato a riempire gli spalti e ha fatto la differenza. Basta poco per essere felici. Felici in 35 mila.

ADDRIZZA LA MIRA - Tanti tentativi, poca precisione. Il primo tempo della Lazio è un dominio dal punto di vista del possesso palla e delle occasioni da gol. Anche se la prima in assoluta capita sul piede di Thorsby, che sul cross di Caputo non trova la porta da buona posizione. Dopo lo spavento, Luis Alberto e Milinkovic prendono per mano la squadra e creano chance a ripetizione, quasi tutte sul piede dello spagnolo. Il Mago è ispirato ma non riesce a centrare lo specchio in ben tre situazioni molto favorevoli per uno con il suo piede. Molto meglio quando scodella in area il pallone per il colpo di testa di Patric a cinque minuti dall’intervallo. Per l’ex Barcellona è il primo gol in campionato con la maglia biancoceleste (aveva segnato in Coppa Italia ed Europa League). Lazio negli spogliatoi con la consapevolezza di aver sprecato troppo nella prima frazione di gioco.

CAPOLAVORO LUIS - Al rientro in campo la squadra di Sarri è più cattiva e determinata di inizio partita. Lo si capisce sin dai primi istanti, con il destro di Zaccagni respinto da Audero. Ma il profumo del rappoddio è nell'aria, ma ancora non abbiamo idea della bellezza che ci sta per colpire dritto in faccia. Lazzari si appropria di un pallone vagante a metà campo e si lancia verso l'area avversaria seminando tutti gli avversari, invece di calciare serve Luis Alberto, che prima mette a sedere Audero con la suola e poi piazza il pallone tra Ferrari e Colley. Gioco di prestigio.

NON CAMBIA NIENTE - Giampaolo prova a cambiarla con le sostituzioni, ma al di là del clamoroso palo di Quagliarella, la Sampdoria non è mai pericolosa. La Lazio si limita ad amministrare grazie alle giocate di un altro livello di Milinkovic. Leiva dà più sostanza di Cataldi in mezzo al campo, Hysaj si limita a qualche sgroppata dopo essere subentrato a uno stremato Lazzari (si toccava il flessore nel finale). La Lazio blinda il quinto posto in attesa dello scontro diretto tra Roma e Fiorentina.

Scritto il 7/05/2022