Lazio, il derby della sfortuna: pali e pari contro una piccola Roma

02.09.2019 07:30 di Daniele Rocca Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, il derby della sfortuna: pali e pari contro una piccola Roma

È un delitto non aver vinto questo derby. Con una squadra che gioca e l’altra che resta a guardare per gran parte della partita. La Lazio crea, inventa, ma fatica a concretizzare. Ci si mette anche la sfortuna: ben 4 i legni colpiti dalla formazione di Inzaghi. Il caldo e la condizione fisica non ancora ottimale costringono i biancocelesti ad accontentarsi di un pareggio acciuffato nella ripresa grazie al piattone di Luis Alberto. Nel primo tempo il rigore trasformato da Kolarov (fallo di mano di Milinkovic) aveva certificato l’ingiustizia del risultato. L’amarezza rimane, al pari di una superiorità dimostrata per tutto l’arco del match.

CHE SFORTUNA! - C’ha provato in tutti i modi la Lazio. Prima Leiva, poi Immobile e Correa. Nel finale anche Parolo. Si sono dovuti arrendere davanti alla sorte avversa. L’unica rivale che si sono trovati ad affrontare i ragazzi di Inzaghi, che hanno dominato sul piano del gioco contro una Roma dall’animo provinciale. Le azioni offensive dei giallorossi si sono limitate a qualche strappo dei giocatori più brillanti: da Zaniolo, che ha colpito due pali con il sinistro, a Kluivert, più incisivo di Under. Il rigore segnato da Kolarov spegne l’entusiasmo iniziale della Lazio, che ha impiegato dieci minuti per riprendersi dalla rete dello svantaggio. La maledizione si è spezzata nella ripresa, con Immobile che ha servito a Luis Alberto il pallone da spingere in porta. Nei minuti di recupero il popolo laziale era rimasto con l’urlo soffocato in gola: Lazzari mette dentro, ma Guida aveva fermato il gioco per una doppia irregolarità.

FINALE COL FIATONE - È mancata anche un pizzico di lucidità alla banda Inzaghi. Superata l’ora di gioco, le forze sono venute meno. La preparazione si è fatta sentire sulle gambe degli undici in campo, con il tecnico che ha provato a correre ai ripari. Dentro Parolo al posto di Milinkovic, per cercare di ridare equilibrio al centrocampo, decisamente in affanno sulle ripartenze della Lazio. Simone ha provato comunque a vincerla, inserendo Jony e togliendo Lulic. Cambio offensivo che però non ha portato i frutti sperati nel forcing finale. Correa spara addosso a Pau Lopez dopo una super azione, Lazzari ti testa la manda fuori di un niente. Sarebbe servita anche maggior precisione. Peccato non aver potuto sfruttare l’ultima sostituzione: Inzaghi era stato costretto a tirare fuori Luiz Felipe a causa di un infortunio.

Pubblicato il 01/09 alle 20