Lazio, marcia da scudetto: il confronto matematico con Eriksson e Maestrelli

Dati alla mano, ecco il paragone tra la Lazio di oggi e quelle del passato che hanno vinto il campionato con numeri e proporzioni.
13.01.2020 07:24 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Menghi - Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, marcia da scudetto: il confronto matematico con Eriksson e Maestrelli

LAZIO -  Anche il Napoli ko. La Lazio centra la decima vittoria consecutiva dando ad Inzaghi e a questa squadra un record che mai nessuno nella storia biancoceleste era riuscito a raggiungere. È una Lazio con una marcia da scudetto e a confermarlo ci vengono in soccorso i numeri e le proporzioni aritmetiche. Il confronto con la squadra del secondo tricolore, quello della banda di Eriksson del '99-'00, è presto fatto: quella, dopo 19 giornate, aveva raccolto 39 punti. Quella di oggi è già a 42 con la possibilità di salire a 45, recuperando la partita con il Verona. La particolarità più interessante nasce paragonando la Lazio di oggi con quella del '74 di Maestrelli. Va ricordato che nel campionato del 1973-1974 i punti assegnati per la vittoria erano 2, il pareggio sempre 1. Dopo 19 giornate Wilson e compagni avevano sommato 28 punti su un massimo di 38, esattamente la stessa percentuale di punti disponibili della squadra di Inzaghi: 74%. La marcia è la stessa, facendo le dovute proporzioni tutto combacia. Che sia di buono auspicio.

Pubblicato il 12/01 alle ore 17

Lazio, Nesta: "Divisa simile alla mia. Scudetto? Dipende da Juve e Inter"

Lazio - Napoli, la coreografia in onore della storia: "120 anni d'amor" FT&VD

Torna alla home page