Lecce - Lazio 2-1 | Immobile illude, ma nella ripresa si spegne la luce

Immobile torna al gol e sembra indirizzare il match, ma la squadra di Sarri sparisce dal campo nella ripresa e subisce il sorpasso pugliese...
05.01.2023 07:22 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    vedi letture
Lecce - Lazio 2-1 | Immobile illude, ma nella ripresa si spegne la luce

La Lazio stecca la prima gara del 2023 e cede a un Lecce che è stato bravo a soffrire e a ribaltare il match nella ripresa. Una sfida dai due volti, dominata nella prima frazione dai capitolini che però non hanno raddoppiato e indirizzato il match. La rete di Immobile aveva messo la partita nei binari giusti, ma nella ripresa la squadra non è mai scesa in campo. Un blackout come non si vedeva da tempo hanno permesso a un Lecce coriaceo di ribaltare la sfida con i gol di Strefeza e Colombo. Un match che sembra la copia del 2020 e che fa esultare solo i ragazzi di Baroni. Il secondo tempo dei biancocelesti, però, lascia sorpresi perché non è accettabile sparire in questo modo e lasciare campo agli avversari. 

FORMAZIONI - Sarri rinuncia per la prima volta in stagione a Felipe Anderson che parte dalla panchina. In attacco torna Immobile, con Pedro e Zaccagni ai suoi lati. Difesa confermata, mentre a centrocampo, con Luis Alberto out, Basic viene preferito a Vecino.

PRIMO TEMPO - Lazio che parte fortissima, vincendo tutti i duelli e dimostrando di aver preparato bene il match. La prima occasione è un colpo di testa di Casale che costringe Falcone agli straordinari. Al 14’ i capitolini passano: verticalizzazione di Casale per Immobile che brucia il fuorigioco dei padroni di casa e insacca. Il Lecce subisce il colpo, ma la Lazio spreca. Contropiede perfetto di Lazzari che serve Zaccagni, l’ex Verona perde l’attimo e viene chiuso al momento del tiro, palla che arriva a Basic che spara alle stelle. La squadra di Sarri gestisce con Casale che giganteggia dietro e i giallorossi che faticano a creare gioco.

SECONDO TEMPO - Baroni inserisce Di Francesco al posto di Banda e il Lecce cambia marcia. La Lazio rallenta troppo e i padroni di casa sfiorano a più riprese il pareggio. Provedel respinge le conclusioni del neo entrato e di Gallo, ma la gara sembra aver cambiato registro. I biancocelesti sono più molli e subiscono i salentini che trovano il pari: Di Francesco impegna ancora Provedel e sulla respinta Strefeza insacca. Sarri si arrabbia con se stesso per non aver cambiato prima e così richiama Pedro e Milinkovic Savic per inserire Felipe Anderson e Vecino. I cambi non portano gli effetti sperati e al 72’ il Lecce ribalta addirittura il risultato: cross di Di Francesco che trova Colombo in area che insacca. Le aquile non riattaccano la spina e quando un rimpallo lancia Felipe Anderson, il brasiliano non calcia e viene chiuso. Sarri prova a cambiare ancora con Cancellieri e Marcos Antonio per Zaccagni e Cataldi. I cambi non sembrano far tornare la voglia alla Lazio che anzi rischia con Ceesay che non trova lo specchio. Sarri richiama Basic e inserisce Luka Romero passando al 4-2-3-1. L’arbitro assegna 7 minuti di recupero, ma servono solo per un giallo a Cancellieri e per vedere altri errori banali delle aquile che così aprono con un ko.

Pubblicato il 04/01 alle ore 18:37