MOVIOLA - Lazio - Fiorentina, Fabbri si perde solo il rosso a Vlahovic

27.06.2020 23:42 di Federico Marchetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
MOVIOLA - Lazio - Fiorentina, Fabbri si perde solo il rosso a Vlahovic

Nessun grosso problema per Michael Fabbri nel dirigere Lazio - Fiorentina, la gara scorre senza troppe complicazioni. Tanti i gialli estratti dall'arbitro nel corso del match, forse qualcuno di troppo per un metro di giudizio che nelle situazioni dubbie tende a lasciar giocare. Bene il fischietto di Ravenna sull'episodio che porta al rigore trasformato da Immobile, nessuna esitazione nell'assegnare la massima punizione per il fallo di Dragowski su Caicedo. Rischio confusione nel finale, il Var soccorre Fabbri sulla gomitata di Vlahovic a Patric.

PRIMO TEMPO

5' - Neanche cinque minuti e Fabbri estrae il primo giallo ai danni di Dalbert, ammonizione sacrosanta per l'esterno viola reo di aver bloccato Lazzari involato sulla fascia con una sorta di placcaggio.

7' - Altro giallo, stavolta per Parolo che incrocia le gambe con Ribery: il fallo c'è, l'ammonizione sembra severa in questo caso.

9' - Proteste della Lazio per un contatto tra Pezzella e Immobile, diretto in porta sul suggerimento di Caicedo. Per Fabbri non c'è nulla, ma l'intervento sembrava falloso.

24' - Ammonizione anche per Milinkovic, che tocca la caviglia di un avversario anticipandolo sul pallone. Fabbri è vicino e vede il contatto, fiscale però nell'estrarre il cartellino.

32' - Alla mezz'ora arriva la quarta ammonizione della partita, stavolta per Milenkovic per una manata sul volto a Luis Alberto: sanzione che ci sta.

36' - Spinta dubbia su Caicedo in area di rigore su un cross di Luis Alberto da parte di Ceccherini, che si appoggia sull'ecuadoriano e lo fa franare a terra. Per Fabbri però non c'è nulla.

41' - Tocco di mano netto di Badelj in area di rigore viola sulla respinta di un cross di Milinkovic, l'arbitro non lo giudica punibile. Qualche dubbio.

45' - Bastos interviene in netto ritardo su Ghezzal, inevitabile estrarre il giallo per Fabbri.

SECONDO TEMPO

54' - Il secondo tempo prosegue sulla falsa riga del primo e comincia con un'ammonizione, stavolta nei confronti di Jony che ha sgambettato un avversario a palla lontana. Un giallo che stavolta non convince affatto, così come il fallo fischiato a centrocampo su Acerbi ai danni di Ribery neanche un minuto dopo.

65' - Episodio chiave della partita: Caicedo viene steso in area da Dragowski e Fabbri non ha dubbi, è calcio di rigore. Qualche protesta della Fiorentina perché l'attaccante biancoceleste perde contatto con il terreno prima che il portiere lo tocchi, ma il fallo è innegabile.

71' - Ribery prova a stendersi su Patric in area biancoceleste ma il direttore di gara è ben piazzato e non si fa ingannare, facendo segno di proseguire il gioco.

79' - La settima ammonizione della partita se la prende Radu per un intervento in netto ritardo su Badelj, giallo giusto.

94' - Gomitata di Vlahovic a Patric che sfugge agli occhi di Fabbri, prontamente richiamato dal Var: espulsione sacrosanta.

95' - Rosso anche per Inzaghi, reo di aver protestato con troppa veemenza su un fischio di Fabbri nel finale.