Calciomercato, l'ag. di Hysaj: "Passaggio al Milan? No comment. Gattuso può rimanere"

Mario Giuffredi, procuratore del calciatore albanese, ha parlato del possibile trasferimento del suo assistito al Milan facendo anche un commento su Gattuso
06.04.2021 22:00 di Tommaso Marsili Twitter:    Vedi letture
Fonte: Radio Punto Nuovo
© foto di Federico De Luca
Calciomercato, l'ag. di Hysaj: "Passaggio al Milan? No comment. Gattuso può rimanere"

Elseid Hysaj sta diventando l'oggetto del desiderio di molti club italiani. Il giocatore albanese è in scadenza di contratto con il Napoli e molto probabilmente non rinnoverà. Il suo nome è stato più volte accostato alla Lazio, ma il suo procuratore non ha mai lasciato intendere che sia stata presa una decisione per quanto riguarda il futuro. A Radio Punto Nuovo, Mario Giuffredi ha detto: "Hysaj al Milan? Passiamo avanti. Il futuro di Hysaj è ancora incerto. Potrebbe andare in tante squadre, non per forza al Milan. Il suo destino non è ancora scritto. Purtroppo per delineare il suo futuro bisogna mettere alcuni tasselli sugli allenatori. Vero l’interesse del Milan? No comment. Pensiamo ad altro". 

GATTUSO - Il procuratore si è anche espresso sulla possibilità che il Gattuso possa essere il tecnico dei partenopei anche per la prossima stagione: "Il mio pensiero lo dico da qualche settimana: se il Napoli andrà in Champions, ADL farà di tutto per trattenerlo. Gattuso secondo me lascerà il Napoli, perché non ha più voglia di continuare. Sono certo che sarà quasi impossibile convincerlo a restare. A ognuno può piacere un allenatore, ma dovete capire che chiunque sia nel mondo del calcio è giudicato da una sola cosa, i numeri. Se Gattuso andrà in Champions, avrà fatto un grandissimo lavoro. Piaccia o no, ha fatto un grande lavoro e i numeri certificano chi è bravo e chi non lo è. Le chiacchiere servono a poco. Io penso che Sarri e Gattuso non abbiano bisogno del Napoli e viceversa. Gattuso per orgoglio non resterà? Specifico che è il mio pensiero. Forse sbaglierà, anche perché ci sta che in una stagione difficile come questa siano nati tanti equivoci, ma non mi sembra che Pirlo alla Juve stia facendo un grande lavoro e non mi sembra che i bianconeri si siano comportati come il Napoli con il proprio allenatore. A un certo punto un allenatore fa un ragionamento 'Io vado a lavorare in un contesto. Sopporto le critiche, ma devo essere sostenuto per fare al meglio il mio lavoro'. Questo è il perché, secondo me, Gattuso non voglia rimanere a Napoli. Io le cose le conosco bene, però penso che quando uno vuole difendere i propri allenatori, lo fa. Il Milan di Pioli rischia di non andare in Champions e non mi sembra lo stiano massacrando come Gattuso. Magari ad un certo punto si è sentito abbandonato e non tutelato, ma è il mio punto di vista".