GLI "ALTRI" LAZIALI - Festeggia De Francesco, stop per Ceccarelli. Disastro a Salerno...

14.04.2014 11:00 di Manuel Pasquini Twitter:   articolo letto 6634 volte
Fonte: Manuel Pasquini - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Dario Fico
GLI "ALTRI" LAZIALI - Festeggia De Francesco, stop per Ceccarelli. Disastro a Salerno...

È lunedì e torna il consueto appuntamento con la rubrica Gli "altri" laziali, grazie alla quale andremo a vedere come si sono comportate le giovani aquile in giro per l'Italia in questo week end. Sono otto i prodotti provenienti dal settore giovanile biancoceleste a calcare i campi con le rispettive squadre: titolari, come sempre, Ceccarelli, Sbraga, Tuia, Perpetuini,Mendicino e De Francesco. Entra a gara in corso Cataldi, non giocano Zampa, Crescenzi (infortunato) e Falasca (squalificato). Ma andiamo a vedere nel dettaglio quello che è stato il fine settimana dei nostri ragazzi.

CATALDI - All'Ezio Scida con il Carpi termina 0-0 e così i rossoblu arrivano a 7 risultati utili consecutivi. Drago conferma il solito 4-3-3, ma a Cataldi almeno all'inizio viene preferito De Giorgio. Il centrocampista classe '94 entra al minuto numero 55' al posto di Matute e gioca una buona partita. Per lui presenza numero 29, per un totale di 1676' giocati.

ROZZI - Riparte con un punto il Real Madrid Castilla, che al Mendizorroza blocca 2-2 il Deportivo Alaves. Buon risultato per i ragazzi di Manolo Diaz, che in classifica raggiungono quota 40, ad una sola lunghezza dalla salvezza. Alla gara non prende parte ancora una volta Antonio Rozzi, che ormai aspetta solo il ritorno a Roma. L'attaccante classe 94' si aspettava molto di più di 10 presenze e 322' totali giocati.

CRESCENZI - Riposa il Pisa di mister Menichini, che si prepara in vista dell'importante match dell'Arena Garibaldi con il Lecce. Crescenzi è fuori per infortunio, per lui stagione praticamente finita. Tanta sfortuna nel finale in una bella annata per il difensore classe '92, che ha passato sei mesi tra Siena e Pisa raccogliendo un totale di 13 presenze e 1014' giocati.

CECCARELLI - È Serafini con un gol alla mezz'ora della ripresa a condannare la Feralpi nel match con la Pro Patria. Sconfitta pesante in chiave play off per i verdeazzurri, un sogno che dista solo 3 punti. In campo c'è Ceccarelli, che parte ancora una volta titolare e resta in campo per 87', prima di lasciare il posto a Di Benedetto. Per l'attaccante classe '92 è la presenza numero 26 per 1899' giocati e soprattutto 5 gol all'attivo.

ZAMPA - In settimana è tornato a lavorare in gruppo, dopo l'infortunio rimediato 3 settimane fa. Non prende parte alla gara tra i Leoni del Garda e la Pro Patria, ma Zampa è pronto allo sprint finale per conquistare i play off. In Lombardia da quando è arrivato ha raccolto 6 presenze e 385' totali.

SBRAGA - Non si ferma la Carrarese, che batte anche l'Albinoleffe, ma nemmeno Andrea Sbraga, che da quando è arrivato è titolare fisso della squadra di Remondina. Scende in campo anche contro i bergamaschi e difende la porta gialloblù per tutti e 90 i minuti. In Toscana è la presenza numero 10, la diciottesima contando anche i 6 mesi di Salerno. Per un totale di 1775'.

DE FRANCESCO - Giornata storica per i gialloblù, l'Ischia di mister Porta taglia il traguardo della Serie C, nonostante la sconfitta di misura con il Melfi. Per i campani una stagione da incorniciare fino alla promozione. Che annata anche per Alberto De Francesco, la prima tra i professionisti piena di gioie e soddisfazioni. C'è anche lui nello storico undici che si guadagna la promozione con il Melfi. Resta in campo 76' prima di lasciare il posto a Muro.

FALASCA - Speranze di salvezza ridotte al lumicino per il Cuneo di Ezio Rossi, dopo lo 0-0 con il Rimini. Pareggio a reti bianche, ma tutto sommato giusto per i biancorossi. Alla gara non prende parte Gianmarco Falasca, costretto a star fuori per colpa di una squalifica.

I GIOVANI A SALERNO - Che disastro per la Salernitana di Gregucci, che esce dalla trasferta di Prato con le ossa rotte. Un 3-2 che rischia di rendere davvero difficile l'accesso ai play off per i granata. In campo sono quattro i prodotti provenienti dal settore giovanile biancoceleste. Come di consueto al centro della difesa c'è Alessandro Tuia, a centrocampo si rivede Giuseppe Capua (che esce al 53' per fare posto a Ginestra), al fianco il solito Perpetuini. Confermato in attacco Ettore Mendicino (che al 70' lascia il posto a Mounard). Panchina per Luciani, ancora fuori per infortunio Alessando Berardi