Lazio, Bernabé: “Sono di destra, ma per me era un saluto militare”

21.10.2021 07:25 di Elena Bravetti Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Bernabé: “Sono di destra, ma per me era un saluto militare”

Dopo il comunicato della Lazio relativo alle immagini, diventate virali, in cui il falconiere Juan Bernabé alza al cielo il braccio destro, rivolgendo il saluto romano ai tifosi seduti in Tribuna Tevere, sono arrivate le sue parole all'AdnKronos. La società ha deciso di sospenderlo dopo l'episodio che l'ha visto protagonista all'Olimpico al termine della sfida contro l'Inter. Lui ha espresso il suo punto di vista esprimendosi in questo modo: "Sono dispiaciuto per quello che è successo, in Spagna il gesto fascista si fa con il braccio teso in una linea retta. In Italia a quanto pare è anche così, dandosi una pacca sul petto. Io sono una persona assolutamente di destra, del partito Vox in Spagna come pure tanti amici calciatori, ma non di idea fascista, non è proprio nella mia mentalità".

"UN MOMENTO BRUTTO" - "Sono un uomo che ha girato il mondo, che fa business in tutto il mondo e che ha rapporti con persone di tutte le razze. È stato un gesto dettato dall’impulso - aggiunge il falconiere - festeggiando il finale di una partita. Un saluto militare, mai fascista. Tuttavia va bene, queste cose fanno parte della vita, ci sono momenti brutti e belli. E questo per me è un momento brutto".

Serie A, la top 11 di Dazn dopo l'ottava giornata: ci sono due biancocelesti

Cozzoli: “Sarri si lamenta dell’Olimpico? Ma se gli porta fortuna!”

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 20/10