Lazio, Giordano ci crede: "Ecco cosa serve per far soffrire il Bayern"

13.02.2024 13:30 di Andrea Castellano Twitter:    vedi letture
Lazio, Giordano ci crede: "Ecco cosa serve per far soffrire il Bayern"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luca Rea/LR Press

La Lazio torna a giocare in Champions League: all'Olimpico arriva il Bayern Monaco. Si avvicina sempre di più l'andata degli ottavi di finale che varrà una grande fetta della qualificazione al prossimo turno. Ai microfoni di Radiosei, l'ex attaccante biancoceleste Bruno Giordano si è espresso sulla sfida, che se giocata con la giusta concentrazione e attenzione può portare a un risultato positivo. Di seguito le sue parole.

“A me con la maglia della Lazio è mancata la possibilità di giocare gare di questo livello, come quella di domani con il Bayern Monaco. La mia era una società povera dal punto di vista economico, sarebbe stato magnifico poterlo fare ma non è stato possibile. Mi tengo quello che è stato e quello che ho fatto. Nei miei anni di Lazio, partite di grande spessore ce ne sono state poche, abbiamo vissuto degli anni in cui lottavamo sempre per una classifica tranquilla. Con Vinicio siamo andati in Coppa Uefa, quello fu il massimo. Ho seguito con costanza il Bayern Monaco ultimamente, guardandoli giocare ho notato elementi di vulnerabilità. Dal punto di vista del gioco sono in difficoltà, vederlo secondo in classifica a cinque punti dalla prima fa effetto. Nelle ultime 4-5 gare, anche quando hanno vinto hanno avuto difficoltà. Forse hanno sbagliato la preparazione invernale, ora sembrano sulle gambe. Gli unici all’altezza della condizione mi sembrano Sane e Musiala".

"Poi è vero che la Champions ti restituisce molte motivazioni, ma se la Lazio fa una prestazione simile a quella con l’Atletico a Roma può giocarsela. Ci sono i presupposti per trasformare le difficoltà in una serata storica, almeno per giocarsela alla pari nella gara di andata. Parto dal concetto che vorrei sempre affrontare una squadra che vive un momento negativo, poi è chiaro che loro hanno dei campioni che possono trovare il guizzo in qualsiasi momento. Detto questo, mi sempre il momento migliore per affrontarli. Dal punto di vista tattico mi auguro che la Lazio possa essere brava a stare compatta, attenta per poi colpire negli spazi. Loro questo piano partita lo soffrono. Serve concentrazione in fase difensiva, capacità di soffrire per rubare palla e ripartire”.