RIVIVI LA DIRETTA - Lazio, Inzaghi: "È mancato il cinismo. E quando non vinci, non devi perdere..."

Pubblicato il 3-4 alle 23.05
04.04.2019 07:15 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
RIVIVI LA DIRETTA - Lazio, Inzaghi: "È mancato il cinismo. E quando non vinci, non devi perdere..."

FERRARA - Occasione sprecata. La Lazio perde terreno sul Milan invece di rosicchiare punti in classifica. Al Mazza decide il rigore trasformato da Petagna. Brutta sconfitta. Tra poco Simone Inzaghi si presenterà in sala stampa per commentare il ko di Ferrara: segui la diretta scritta delle sue parole su Lalaziosiamonoi.it.

Che è successo? 

"Spiace, perché era una grande occasione che non abbiamo sfruttato. È mancato un po' di cinismo, la Spal sapevamo che ci avrebbe concesso poco. Abbiamo avuto la parata su Immobile, il tiro di Leiva che si è fermata sotto le gambe di Viviano. Marusic anche ha avuto una chance. Dovevamo essere più cinici, ora dobbiamo guardare avanti e pensare già alla prossima".

Dove la Spal ha vinto?

"Ha fatto ciò che ci aspettavamo, squadra organizzata, ribaltava l'azione con giocatori importanti, a parte un tiro di Fares non abbiamo rischiato nulla. In partite come questa devi essere bravo e cinico, con il gol di Immobile dopo 6' sarebbe stata un'altra partita. Una grande occasione persa, domenica però c'è un'altra partita". 

Sul rigore?

"Non l'ho rivisto, i ragazzi nello spogliatoio mi ha detto che non ci fosse. Io dal campo ho percepito la spinta su Leiva quando ha parato Viviano, al di là degli episodi non dovevamo comunque perdere. E' una beffa aver perso una partita del genere".

La Lazio ha steccato un'altra chance stile Crotone?

"Abbiamo pagato lo scarso cinismo, sapevamo che non avremmo avuto 10 occasioni, 3 nitide magari sì, e ci sono state con Immobile, Leiva e Marusic. Due volte è stato bravo il portiere, la terza potevamo concludere meglio. Poi bisogna essere maturi, quando non si riesce a vincere allora non devi perdere. Ora ci sono 4 giorni per il Sassuolo e accorciare la classifica".

Mancanza di cattiveria? Situazione infermeria?

"Cattiveria no, i ragazzi l'hanno interpretata bene. L'atteggiamento è stato giusto, per me c'è stata mancanza di cinismo. Devi vincere la partita nelle tre occasioni nitide, poi succede che il Var in un contatto fortuito possa fermare il gioco e dare rigore quando i giocatori della Spal affermano che non ci sia. Per quanto riguarda gli infortunati Radu e Pedro Neto hanno aumentato i carichi ma non erano ancora in grado di giocare oggi, speriamo siano disponibili per domenica".

La Spal ha giocato una gara più tattica rispetto alle sfide precedenti?

"Penso di sì. Con la Spal avevamo già avuto difficoltà all'esordio dell'anno scorso, finì 0-0. Ha ottimi elementi, i tifosi hanno spinto, partita incanalata sullo pareggio, poi arrivata la decisione con la Var. Dobbiamo recuperare le forze, ora ci aspetta una partita insidiosa con il Sassuolo".