Monza, Brocchi: "Infastidito dai presidenti che pensano ai propri interessi"

10.04.2020 06:55 di Valerio De Benedetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico De Luca
Monza, Brocchi: "Infastidito dai presidenti che pensano ai propri interessi"

Intervenendo ai microfoni di Sportitalia, il tecnico del Monza Cristian Brocchi, capolista del Girone A di Serie C, ha così analizzato il momento attuale del calcio italiano, causato dall'emergenza Coronavirus: “Timore che qualcuno possa togliermi ciò che ho meritato? E' normale che quando c'è confusione e ognuno dice la sua, un pensiero negativo può esserci. Mi danno però fastidio quei presidenti che portano l'acqua al loro mulino perché hanno interessi personali. Altra cosa non bella sono coloro che danno addosso ai ragazzi per gli stipendi. In C molti guadagnano cifre basse, quindi bisogna distinguere e non generalizzare. Siamo nelle mani del Governo, quando decideranno di farci ripartire o meno, ci saranno persone che faranno le cose migliori, nella massima giustizia".

Poi sul taglio degli stipendi accettato dai suoi giocatori, conclude: “Sappiamo che noi abbiamo ragazzi che arrivano da categorie superiori, che guadagnano di più e hanno un peso sulle spalle notevole visto che devono giocare per vincere. Non c'è stato un minuto dove i ragazzi non abbiano pensato di fare questa cosa. Per ovvi motivi hanno accettato il taglio senza alcun tipo di problema. Senza dimenticare che già avevano tolto parte dello stipendio per fare iniziative benefiche. Va dato merito quando vengono fatte queste cose".

LAZIO, LOTITO ATTENDE PER IL TAGLIO STIPENDI

CALCIOMERCATO LAZIO, PARLA COATES

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME PAGE

Pubblicato il 9/04 alle 17:50