Brayan Perea prenotato per l'estate, è il nuovo talento del calcio colombiano

Pubblicato il 2/2 alle 14:10
04.02.2013 07:15 di Davide Capogrossi Twitter:   articolo letto 37697 volte
Fonte: Davide Capogrossi - Lalaziosiamonoi.it
Brayan Perea prenotato per l'estate, è il nuovo talento del calcio colombiano

Sfumato il colpo Felipe Anderson, almeno per questa sessione di mercato, la Lazio si proietta al futuro e prenota Brayan Perea, promettente punta colombiana classe ’93. E’ il gioiello del Deportivo Calì, club di alto profilo del suo Paese. Domani affronterà con la sua Nazionale il Paraguay, nel testa a testa per aggiudicarsi il Campionato Sudamericano Sub 20, vetrina che ha esposto la sua classe al mondo intero. L’Udinese propose un’offerta da circa 1.5 milioni di dollari per la metà del cartellino, proprio dal Deportivo i friulani pescarono tale Luis Muriel. La Lazio ha anticipato le concorrenti e ha bloccato il giocatore per la prossima estate. Il presidente Lotito ha annunciato un acquisto in conferenza stampa, ma non ha voluto rivelare il nome. L’eco di Tare: “Tra un po’ lo sveleremo”. La voce si è materializzata e diffusa in poco tempo.  Sarebbe Perea il primo tassello per la Lazio 2013/14. La prossima settimana si attendono nuovi dettagli e l’ufficialità dell’operazione, vicina alla chiusura.

PROFILOPerea è un attaccante moderno dal fisico statuario (190cm X 80kg), cresta alta e gambe scattanti.. Ha una peculiarità: è molto alto, ma con baricentro basso rispetto alla struttura, molto rapido. Nel suo club gioca attaccante esterno in un tridente: è un destro, predilige partire da quel lato poiché ama agire sulla verticale. Abile nel dare profondità, sfrutta la sua velocità e un dribbling secco e preciso. In campo aperto mostra tutti i suoi punti di forza, letale quando punta l’uomo, la sua struttura gli consente anche di resistere a importanti contatti fisici. Alcuni lo paragonano ad Henry, altri a Belfodil o all’ex parmense Asprilla. E’ in possesso di una buona tecnica anche nello stretto, ma deve lavorare ancora su questo profilo così come sulla disciplina tattica e sul gioco aereo. Tende a portarsi sull’esterno per cercare il fondo, ma porta con continuità la sua presenza in area di rigore e mostra una buona capacità nel farsi trovare pronto nella giusta posizione. Da limare la freddezza sotto porta: 28 presenze e 6 reti nell’ultima Liga Postobon Colombiana.

DOVE SI COLLOCAPer tipo di gioco e caratteristiche tecniche attualmente è un attaccante esterno da tridente o eventualmente in coppia con un giocatore che garantisce maggior peso negli ultimi venti metri. Il fisico però  è da prima punta atipica, moderna, di movimento, in grado di tener testa alle intemperie dell’area di rigore. L’idea della Lazio sarebbe proprio questa: lavorare sul ragazzo per costruire un profilo alla vice Klose, il centravanti da 4-1-4-1 è una mansione particolare, occorre dinamismo, abilità nel gioco di sponda ma anche profondità. Perea dovrà migliorare sotto il profilo realizzativo, inquadrato tatticamente, ma nel frattempo sarebbe già pronto per giocare in coppia con Klose o chi per lui. Un colpo per il futuro, ma anche un investimento importante – come riferito proprio da Lotito. Per una giovane Lazio tutta muscoli e brio.