Calciomercato Lazio, candidature a sinistra: Fares si propone ai biancocelesti

L'algerino, che in questa stagione ha giocato fin qui per un infortunio, è stato proposto dagli agenti. Viene valutato circa 10 milioni.
18.06.2020 08:10 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Calciomercato Lazio, candidature a sinistra: Fares si propone ai biancocelesti

Emergenza a sinistra. Caccia a un nuovo esterno. Gli argomenti s’intrecciano, presente e futuro sono correlati. La Lazio andrà a Bergamo senza il lungodegente Lulic e forse anche priva di Marusic e così a sinistra dovrebbe giocare Jony che rimane di fatto l’unica carta a disposizione di Simone Inzaghi. Il capitano rimarrà ai box ancora per 40 giorni ed è la previsione più ottimistica, la speranza è che possa tornare in campo per le ultime giornate di campionato, altrimenti appuntamento rimandato alla prossima stagione. Marusic non riesce a trovare continuità, era rimasto fermo per oltre tre mesi, tra fine ottobre e inizio febbraio, s’è rifermato nel test in famiglia di sabato scorso e ora è in dubbio. Il montenegrino, poi, è un esterno destro, sulla corsia mancina è adattato. Rimane Jony che però ha alternato buone prestazione, ad altre meno convincenti e non sembra ancora perfettamente dentro al ruolo di quinto. Inzaghi dovrà adattarsi, fare di necessità virtù per le ultime 12 partite. Poi si penserà al futuro. 

NUOVO ESTERNO - Un innesto a sinistra ci sarà, è uno degli obiettivi di Tare per il prossimo mercato. Nelle scorse settimane, ai biancocelesti, è stato accostato Philipp Max, terzino dell’Augsburg, autore di una stagione eccezionale per rendimento, coronata anche da otto gol e cinque assist, numeri da ala, più che da esterno difensivo. È un classe ’93, è nel pieno della maturità tecnica, costa 15 milioni ed è in scadenza nel 2022. Max piace, ma non è l’unico obiettivo su cui si sta focalizzando Tare. Alcuni sono stati messi in lista dal direttore sportivo, altri invece vengono proposti. È il caso di Mohamed Fares, è un classe 1996, è nato in Francia, ma ha scelto di giocare con l'Algeria con cui ha messo insieme già nove presenze e vinto una Coppa d'Africa. La sua candidatura è stata avanzata dall’entourage che vorrebbe trovargli una nuova sistemazione per la prossima stagione. La Lazio aveva seguito Fares l’estate scorsa, prima del brutto infortunio al ginocchio che l’ha tenuto fermo fino a fine febbraio. Per qualche settimana, i primi di giugno dello scorso anno, a Formello, s’era pensato di piazzare il doppio colpo Lazzari-Fares. Poi le richieste della Spal prima e l’infortunio poi, frenarono ogni discorso. 

PROPOSTA - Stavolta, non è stata la Lazio a fare il primo passo, Fares è stato proposto dall’entourage (è seguito da Mino ed Enzo Raiola) a varie squadre di Serie A, non solo alla Lazio. L'algerino è tornato in campo nelle ultime due giornate prima dello stop, sarà l’arma in più della Spal in questo finale per la corsa salvezza, le dodici partite che restano gli serviranno per riacquistare il ritmo partita e riprendere confidenza con il campo. La Spal, dovesse retrocedere, si vedrebbe quasi costretta a cedere Fares e al momento il costo del cartellino oscilla tra gli 8 e i 10 milioni, una cifra non impossibile. Fares cercherà di salvare la Spal, poi potrebbe fare i bagagli e cominciare una nuova avventura. La Lazio valuterà la proposta, ma al momento sembrano altri i nomi cerchiati in rosso sulla lista del direttore sportivo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.