Bologna-Lazio, Cataldi: “Non siamo scesi in campo. Ecco cosa ho detto all’arbitro”

04.10.2021 07:20 di Edoardo Zeno Twitter:    vedi letture
Fonte: Lazio Style Channel
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Bologna-Lazio, Cataldi: “Non siamo scesi in campo. Ecco cosa ho detto all’arbitro”

Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, Danilo Cataldi ha commentato la sconfitta della Lazio sul campo del Bologna. Di seguito la sua analisi: "È un po’ dura da spiegare. Non siamo scesi in campo. Abbiamo preso due gol in un quarto d'ora e non abbiamo creato più nulla. Non siamo mai stati pericolosi contro una squadra che si è chiusa molto. Resettiamo subito, è stata una giornata storta. Cerchiamo di recuperare le energie durante la sosta nazionali. Squadra stanca? Il gruppo stava bene. Ci alleniamo sempre al meglio. Abbiamo sbagliato e dobbiamo ammetterlo a noi stessi. Cerchiamo di lavorare ancora meglio per colmare le nostre lacune. Al rientro dalla sosta c’è una partita importante e lavoreremo su quello. Quest'anno in trasferta non siamo mai riusciti a imporre il nostro gioco".

ARBITRAGGIO - "Capita di invvervosirsi e sono cose che restano in campo. Ho chiesto all’arbitro di capire un po’ di più la partita e la nostra situazione sul 3-0. Non ci attacchiamo sicuramente all’arbitraggio per questa sconfitta".

BOLOGNA - "Loro erano molto bassi e si chiudevano e noi non siamo mai riusciti a sfondare. Il campo era molto secco e la palla non viaggiava. Non riuscivamo ad andare nell'uno contro uno e a far correre la palla. Siamo diventati prevedibili e non siamo mai stati pericolosi. Dobbiamo cercare soluzioni differenti quando capitano partite così".

IMMOBILE - "Ciro per noi è un giocatore fondamentale. I numeri parlano da soli. Ci è mancato il suo attacco alla profondità. È un giocatore che allunga le squadre avversarie. Vedat ha dato il massimo e speriamo di recuperare Immobile per l’Inter".

Pubblicato ieri alle 15:20